Facebook, Instagram e WhatsApp sono attualmente inattivi per molti utenti

Non sei solo tu: Facebook, Instagram e WhatsApp sono attualmente tutti inattivi per gli utenti di tutto il mondo. 
Stiamo vedendo messaggi di errore su tutti e tre i servizi nelle applicazioni iOS e sul Web.

Sì, Facebook e Instagram non funzionano…
L’interruzione sta interessando ogni piattaforma di proprietà di Facebook, secondo i dati su 
Downdetector e Twitter. 
Ciò include Instagram, Facebook, WhatsApp e Facebook Messenger. 
Le interruzioni sembrano essere iniziate intorno alle 11:40 ET/8:40 PT e tutti questi servizi rimangono inaccessibili.
Le interruzioni hanno iniziato rapidamente a diventare una tendenza su Twitter poiché gli utenti si sono riversati sul social network concorrente per verificare se altri utenti fossero stati interessati dal tempo di inattività. 
Umoristicamente, l’hashtag “#DeleteFacebook” è anche di tendenza su Twitter mentre le 
battaglie dell’azienda 
continuano a respingere gli effetti che le sue piattaforme hanno sugli utenti più giovani.
Facebook non ha ancora commentato pubblicamente le interruzioni in corso che interessano tutti i suoi servizi. 
Ci assicureremo di aggiornare questa storia man mano che ne sapremo di più.

Filmic Pro è stato aggiornato con supporto per l’acquisizione video ProRes su iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max

Oggi Filmic Pro versione 6.17 viene rilasciata con pieno supporto per i video ProRes per iPhone 13 e iPhone 13 Pro, rendendola la prima app iOS disponibile con supporto per ProRes. Il video ProRes, che è accelerato dall’hardware dal chip A15 Bionic, è una delle caratteristiche principali delle varianti pro di fascia alta dell’iPhone 13.

Prima che Apple rilasci il suo prossimo aggiornamento iOS con supporto per ProRes nell’app Fotocamera predefinita, gli sviluppatori di Filmic Pro hanno aggiunto in modo indipendente il supporto ProRes ai dispositivi iPhone 13 Pro compatibili. Filmic Pro supporta quattro varianti ProRes. Incluso nell’aggiornamento è il supporto per ProRes Proxy, ProRes LT, ProRes 422 e ProRes 422 HQ. Ogni versione di ProRes presenta un bitrate più elevato, consentendo agli utenti di fare un compromesso tra qualità e spazio di archiviazione.

Il video ProRes arriva su iPhone

Quando Apple ha annunciato il supporto ProRes al suo evento iPhone 13 , non sono stato quasi sorpreso. Non solo recenti indiscrezioni suggeriscono questo, ma per le persone che sono molto investite nei flussi di lavoro video, la mancanza del supporto ProRes, sia per l’acquisizione che per la riproduzione, è stata un’omissione clamorosa per anni.

Fino al rilascio dell’iPhone 13 Pro, i dispositivi mobili di punta di Apple potevano acquisire video solo in HEVC (H.265) o AVC (H.264). Questi codec sono ideali grazie alle dimensioni dei file relativamente leggere, ma sono fortemente compressi e quindi complessi, il che va a scapito delle prestazioni, della qualità video e della flessibilità nella post produzione. Sia HEVC che AVC sono ottimi per l’uso quotidiano, ma per l’editing di video e la gradazione del colore tramite software di editing non lineare come Final Cut Pro , questi codec non sono sempre ideali.https://www.youtube.com/embed/sCOLdt4eO6U?enablejsapi=1&amp=1&rel=1&showsearch=0&showinfo=1&iv_load_policy=1&fs=1&hl=en-US&autohide=2&wmode=transparent&playsinline=1

ProRes, pur non essendo video RAW e comunque con perdita di dati, è un formato di acquisizione di qualità molto più elevata, più flessibile in post e consente una gradazione del colore più tollerante. Poiché è un codec meno complesso di H.264 o H.265, offre agli utenti migliori prestazioni di editing video in tempo reale in app come Final Cut Pro su Mac.

Sebbene ProRes sia spesso il formato di consegna finale per progetti commerciali, lungometraggi e trasmissioni. Detto questo, il video ProRes di solito non viene utilizzato come formato di consegna per i caricamenti generici di YouTube. A causa delle dimensioni dei file estremamente grandi, la maggior parte delle persone non esporta i video in ProRes per caricarli su servizi online come YouTube. Il video ProRes, come imparerai, è molto più pesante di H.265 o H.264, che è quello che la maggior parte delle persone usa quando esporta video per la condivisione sul web.

L’annuncio di oggi di Filmic Pro offre agli utenti la prima vera esperienza pratica con la ripresa di video ProRes su un iPhone, anche prima che Apple rilasci il suo promesso aggiornamento per iPhone imminente con supporto nativo per ProRes all’interno dell’app Fotocamera predefinita.

Quali membri della famiglia ProRes supporta Filmic Pro su iPhone 13 Pro?

L’acquisizione ProRes è una funzionalità esclusiva di iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max. L’acquisizione ProRes non è disponibile sul normale iPhone 13 o iPhone 13 mini o su qualsiasi modello di iPhone precedente, inclusi iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max dell’anno scorso.

Per i modelli di iPhone 13 Pro con 128 GB di spazio di archiviazione, ProRes è disponibile solo con risoluzione 1080p fino a 30 fotogrammi al secondo. Per guardare video ProRes in 1080p fino a 60 fotogrammi al secondo o con risoluzione 4K fino a 30 fotogrammi al secondo, dovrai acquistare un iPhone 13 Pro o iPhone 13 Pro Max con almeno 256 GB di spazio di archiviazione.

Tutte le versioni di ProRes sono a 10 bit, presentano un sottocampionamento della crominanza 422 e una codifica all-intra. Detto questo, ci sono differenze nel bitrate massimo e nel bitrate target a seconda dei membri della famiglia ProRes che scegli di utilizzare, della risoluzione scelta e del frame rate selezionato. È importante notare che ProRes è una tecnologia a bit rate variabile. Sebbene la maggior parte dei fotogrammi rimarranno raggruppati entro una piccola percentuale del bitrate target, vengono utilizzati meno bit sui fotogrammi del video che non porterebbero vantaggi dalla codifica a velocità di trasmissione dati più elevate.

Quanti dati utilizza l’acquisizione 4K ProRes su iPhone 13?

Ho messo insieme questo grafico per darti una stima approssimativa approssimativa di quanti minuti di 4K ProRes una persona può acquisire con l’iPhone 13 Pro da 256 GB, 512 GB e 1 TB. I bitrate ProRes variano in base al soggetto catturato. Spesso la velocità dei dati sarà inferiore alla velocità massima dei dati. Tieni inoltre presente che questi sono i numeri dello scenario migliore, poiché il sistema operativo, le app e i dati consumano in modo significativo queste quantità massime di archiviazione, la quantità di spazio di archiviazione disponibile per l’acquisizione 4K ProRes sarà inferiore negli scenari del mondo reale.

Bitrate massimo Mb/sBitrate massimo MB/s1 minuto di filmato128 GB*256 GB512 GB1 TB
ProRes Proxy170211.3GB100201402803
ProRes LT360452,7 GB4795190379
ProRes 422540684,1 GB3263126253
ProRes 422 HQ735925,5 GB234693186

* L’acquisizione ProRes 4K non è disponibile su iPhone 13 Pro da 128 GB, questo è solo per illustrazione

Quando si analizzano i numeri, è facile vedere quanto possono essere affamati di spazio di archiviazione 4K ProRes, in particolare le varianti di qualità superiore come 422 e 422 HQ. Mostra chiaramente perché Apple non consente l’acquisizione 4K ProRes su dispositivi iPhone 13 con solo 128 GB di spazio di archiviazione: con l’acquisizione ProRes 422 HQ, un dispositivo del genere sarebbe vicino al massimo dello spazio di archiviazione dopo circa 20 minuti di filmati in uno scenario reale. 128 GB di spazio di archiviazione non sono niente da dire, ma l’acquisizione 4K ProRes semplicemente non è realistica per quella quantità di spazio di archiviazione, date le elevate velocità di trasmissione dati. Forse lo spazio di archiviazione di iPhone 13 Pro avrebbe dovuto iniziare a 256 GB come base?

Come acquisire video ProRes su iPhone 13 Pro con Filmic Pro

Passaggio 1: scarica e avvia Filmic Pro.

Passaggio 2: tocca Impostazioni → Risoluzione.

Passaggio 3: selezionare ProRes come formato e selezionare il membro della famiglia ProRes nel menu in alto. Dovresti vedere un logo ProRes nell’angolo in alto a sinistra della finestra dell’app.

Se hai un iPhone 13 Pro con 128 GB di spazio di archiviazione, sarai bloccato all’acquisizione ProRes 1080p30. Per gli utenti con 256 GB di spazio di archiviazione o superiore, puoi scegliere 1080p fino a 60 fotogrammi al secondo o 2K, 3K o 4K fino a 30 fotogrammi al secondo.

Passaggio 4: premere il pulsante di registrazione per iniziare l’acquisizione ProRes.

Passaggio 5: al termine dell’acquisizione, puoi visualizzare il filmato direttamente in Filmic Pro premendo il pulsante di riproduzione, salvare il filmato nel rullino fotografico o esportare il filmato in un’altra app o destinazione.

1 minuto di ProRes 4K a 24 fotogrammi al secondo = oltre 5 GB di spazio di archiviazione utilizzato

Riproduzione ProRes nell’app Foto predefinita

Gli utenti possono facilmente salvare un video ProRes catturato in Filmic Pro nell’app Foto predefinita. Durante la riproduzione noterai un piccolo indicatore “ProRes” nell’angolo in alto a sinistra del fotogramma, simile a come Apple avvisa gli utenti di Live Photos, video HDR, foto RAW, ecc. Attenzione, perché i video ProRes verranno caricati su iCloud proprio come i normali video. Questi caricamenti possono essere un grande consumo di larghezza di banda e spazio di archiviazione iCloud.

Toccando il pulsante Info sotto il video in iOS 15 vengono visualizzati metadati aggiuntivi sul video ProRes. Mostrerà l’app da cui hai salvato il video, in questo caso Filmic Pro, insieme al fatto che si tratta di un video ProRes. A partire da iOS 15.1 beta 2, l’esatto sapore di ProRes non viene visualizzato all’interno di questa visualizzazione avanzata dei metadati, ma è possibile che Apple fornisca un aumento dei dettagli una volta aggiunta l’acquisizione ProRes all’app Fotocamera predefinita tramite un futuro aggiornamento iOS.

Un lungo collo di bottiglia

Gli utenti possono modificare i video ProRes nell’app Foto predefinita, in iMovie o in app di terze parti come LumaFusion. Ovviamente puoi anche esportare i tuoi video ProRes sul tuo Mac e modificarli in Final Cut Pro X. Sfortunatamente il flusso di lavoro iPhone → Mac/iPhone rivela un collo di bottiglia significativo nel flusso di lavoro di editing video ProRes.

L’iPhone 13 Pro manca di I/O professionale, ovvero una porta USB-C con velocità di trasferimento dati elevate. Pertanto, ero bloccato nel trasferire gigabyte di video tramite una connessione Lightning lenta o tramite AirDrop. Entrambi i metodi sono praticamente dei non-antipasti per quanto mi riguarda. Speriamo che l’iPhone 14 del prossimo anno passi a USB-C, introducendo velocità di scaricamento molto più elevate tra iPhone e Mac e tra iPhone e iPad Pro.

Conclusione

L’acquisizione di ProRes è sempre sembrata inevitabile e il suo arrivo, sia per l’acquisizione che per l’editing, è un’aggiunta gradita per coloro che investono pesantemente nei flussi di lavoro video di iPhone. Penso che questo sia l’ennesimo passo verso l’eventualità di avere finalmente Final Cut Pro disponibile sui dispositivi iOS. La mancanza del supporto ProRes è stata a lungo un’evidente omissione per gli editor video che utilizzano iPad e iPhone, quindi questo è un grande passo nella giusta direzione.

Detto questo, le velocità dei dati per l’acquisizione di video ProRes, rispetto ai tipici H.264 e H.265, sono enormi, specialmente per ProRes 422 e ProRes 422 HQ. Scaricare tali filmati è una seccatura, sia tramite la connessione diretta USB 2.0 da Lightning a USB abissalmente lenta o tramite AirDrop. L’aspetto di ProRes fa risaltare la mancanza di I/O professionale dell’iPhone come USB-C, e spero che questo sarà l’ultimo anno di Lightning su iPhone.

Se desideri provare ProRes su iPhone, potrai scaricare Filmic Pro 6.17 oggi stesso . L’aggiornamento si sta diffondendo ora ed è gratuito per i clienti Filmic Pro esistenti e $ 14,99 per i nuovi clienti. Puoi anche scegliere di aspettare che Apple fornisca l’acquisizione ProRes nativa con l’app Fotocamera predefinita, che arriverà questo autunno tramite l’aggiornamento iOS. In ogni caso, avrai bisogno di un iPhone 13 Pro per acquisire filmati ProRes.

I preordini di Apple Watch Series 7 inizieranno questo venerdì, disponibile dal 15 ottobre

Apple ha 
annunciato oggi che i preordini per il nuovo 
Apple Watch Series 7 inizieranno venerdì 8 ottobre, con disponibilità venerdì 15 ottobre.

I preordini per l’Apple Watch Series 7 si svolgeranno l’8 ottobre a partire dalle 14:00 KST. Ci saranno sia il modello da 41 mm che il modello da 45 mm. La disponibilità sarà in Francia e in più di 60 paesi in totale.

Come promemoria, Apple ha annunciato l’Apple Watch Series 7 il mese scorso durante il keynote in cui sono stati annunciati anche iPhone 13, iPad mini 6 e iPad 9. L’orologio è disponibile con quadranti da 41 e 45 mm (rispetto a 40 e 44 mm per Apple Watch Serie 6). C’è anche uno schermo più grande, cornici più piccole del 40%, schermo più luminoso del 70% all’interno quando il polso è abbassato.

Apple aumenta gli ordini di chip per iPhone 13, riduce gli ordini per gli iPhone più vecchi

Apple è riuscita ad aumentare gli ordini di chip per la sua nuova 
linea di 
iPhone 13 riducendo gli ordini equivalenti per i 
modelli di 
iPhone di vecchia generazione 
che l’azienda vende ancora, secondo un nuovo 
rapporto 
DigiTimes .

intestazione di riepilogo ufficiale di iphone 13
Apple ha ridimensionato i suoi ordini di chip per iPhone di vecchia generazione, mentre l’aumento dei wafer inizia da TSMC per il suo iPhone 13, hanno affermato le fonti. 
Apple non ha inoltre apportato alcuna modifica ai suoi ordini di chip effettuati con TSMC per il 2021, hanno osservato le fonti.
Apple continua a vendere 
iPhone 12 , 
iPhone 12 mini
iPhone 11 sul suo negozio online e offre anche 
iPhone SE 2 per gli utenti che preferiscono un ‌iPhone‌ economico con un pulsante Home. 
Apple ha 
interrotto iPhone‌ XR, ‌iPhone 12‌ Pro e 
iPhone 12 Pro Max quando ha lanciato la serie ‌iPhone 13‌ a settembre.
Apple è attualmente alle 
prese con ritardi nelle 
spedizioni su tutte le configurazioni dei modelli iPhone 13‌, con ritardi da tre a quattro settimane nelle spedizioni negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito. Anche i modelli di vecchia generazione non stanno andando molto meglio. Al momento della stesura, gli ordini online di ‌iPhone 12‌ e 12 mini subiscono un ritardo di spedizione da una a due settimane, mentre gli ordini di ‌iPhone 11‌ subiscono un ritardo fino a cinque settimane.
Durante l’ultima chiamata agli utili di Apple, il CEO 
Tim Cook ha avvertito che le carenze a livello di settore potrebbero avere un impatto sulla produzione di “iPhone” nei prossimi mesi, mentre l’aumento della domanda per gli ultimi iPhone potrebbe esacerbare i problemi di offerta. I rapporti degli analisti 
suggeriscono che gli ordini di ‌‌iPhone 13‌‌ hanno visto una forte domanda iniziale, con minimi venti contrari dei componenti a breve termine per i dispositivi, il che suggerisce che le lunghe stime di consegna sono il risultato di una domanda elevata piuttosto che di un’offerta bassa.
Secondo il rapporto odierno, TSMC è ancora sulla buona strada per trasferire la sua tecnologia di processo a 3 nm alla produzione in serie nella seconda metà del 2022, con una produzione mensile destinata a raggiungere i 55.000 wafer. 
Secondo quanto riferito, il processo a 3 nm di TSMC sarà adottato per la prima volta per la produzione di chip iPhone‌. 
Un precedente rapporto di 
Nikkei Asiaaffermava che Apple avrebbe 
debuttato con la tecnologia dei chip 3nm di prossima generazione in un iPad Pro 2022 .
Il chip A15 Bionic di iPhone 13‌ utilizza un processo a 5 nm+, che TSMC chiama N5P, una “versione con prestazioni migliorate” del suo processo a 5 nm che offre ulteriore efficienza energetica e miglioramenti delle prestazioni. 
Il chip A16 negli iPhone 2022 
dovrebbe essere prodotto sulla base del futuro processo a 4 nm di TSMC.

Problemi al Wallet in pelle di Apple

Oltre ai nuovi modelli di iPhone 13 , Apple ha introdotto una versione aggiornata del MagSafe Wallet con Trova il mio integrato. Il nuovo MagSafeWallet è progettato per essere più facile da trovare se dovesse scivolare via da un iPhone o cadere da una tasca, ma alcuni i nuovi proprietari di MagSafe‌ Wallet non sono in grado di ottenere ‌Trova il mio‌ per connettersi.

portafoglio trova il mio bug
Secondo un lungo thread su Reddit , gli utenti interessati non ottengono il pop-up ‌Trova il mio‌ corretto quando collegano un portafoglio ‌MagSafe‌ a un ‌iPhone‌. Il problema sembra interessare in particolare i modelli ‌iPhone 13‌, ma ci sono anche alcune lamentele da parte dei possessori di iPhone 12 .

Il Portafoglio ‌MagSafe‌ è pensato per connettersi automaticamente a Trova il mio‌ quando è collegato a un ‌iPhone‌, come dimostriamo nel nostro video pratico qui sotto, ma semplicemente non funziona per alcune persone.

Alcuni utenti sono stati indirizzati dal supporto Apple per cancellare le impostazioni di rete e hanno avuto successo con quel metodo, ma altri dicono che questo metodo non funziona.

Ho ricevuto 3 chiamate con l’assistenza clienti e siamo riusciti a farlo funzionare per il mio iPhone 13 pro max. Ecco cosa ha funzionato: mi hanno detto di andare su Impostazioni > Generali > Trasferisci o Ripristina > Cancella > Cancella impostazioni di rete. Il telefono si è riavviato e, dopo aver riavviato e collegato il portafoglio sul retro del telefono, è apparsa l’animazione e il portafoglio è ora nella mia app Trova il mio!

All’utente di Reddit EndlessApology è stato chiesto dal supporto Apple di adottare misure più drastiche e di mettere il suo ‌iPhone‌ in modalità Device Firmware Update (DFU) per reinstallare il sistema operativo utilizzando un Mac.

Ho ricevuto i miei portafogli oggi e ho subito riscontrato questo problema sia con il mio 13 Pro che con il Pro Max. Ho parlato con la tecnologia Apple e ho seguito quello che hanno detto e lo ha risolto. Metti i telefoni in modalità DFU e reinstalla il sistema operativo e il firmware. Configura nuovamente il telefono senza eseguire alcun ripristino. Una volta impostato il backup, apri il portafoglio e si aprirà dopo circa 5 secondi e ti consentirà di accoppiarlo a Trova il mio. Successivamente, se necessario, ripristina il telefono sul dispositivo stesso e ripristina dal backup nella configurazione. Smistato 🙂

La modalità DFU ha avuto un grande successo per la maggior parte degli utenti di Reddit che hanno tentato di risolvere il problema, ma è una seccatura enorme che non dovrebbe essere necessaria per un semplice processo di abbinamento degli accessori. In base al thread di Reddit, Apple è a conoscenza del problema, quindi è possibile che una correzione arrivi in ​​un aggiornamento futuro.

Per ora, gli utenti che desiderano far funzionare subito i loro portafogli ‌MagSafe‌ dovrebbero provare l’opzione Ripristina impostazioni di rete e, se non funziona, il metodo DFU per reinstallare iOS 15 .

Apple Watch Series 7 appare su Facebook prima del rilascio

Le immagini di quello che sembra essere l’ Apple Watch Series 7 allo stato brado sono apparse all’interno di un gruppo di Facebook, dando una prima occhiata al nuovo modello prima del presunto lancio di ottobre.

Apple ha rivelato l’Apple Watch Series 7 durante il suo evento “California Streaming” , ma ha preso l’insolita misura di non menzionare una data di strada per il dispositivo indossabile. Tra le voci su un lancio imminente, sembra che qualcuno sia riuscito a entrare in possesso del dispositivo con un po’ di anticipo.

In un post a un gruppo di appassionati di Apple Watch su Facebook, sono state pubblicate foto che mostrano quello che sembrava l’Apple Watch Series 7. Una delle immagini, ora cancellata dalla vista secondo MacRumors , mostra i dettagli del modello del dispositivo, identificandolo chiaramente come a Series 7, mentre altri raffigurano la tastiera su schermo e la schermata principale in visualizzazione griglia.

Apple non ha offerto una data specifica per il lancio, a parte questo autunno, e deve ancora aprire i preordini per il nuovo modello. Voci e un’e-mail ai clienti Hermes indicano che Apple lancerà quei preordini all’inizio di ottobre, forse l’8 ottobre.

Mentre il mondo continua ad aspettare l’uscita dell’Apple Watch Series 7, Apple ha già rilasciato la sua gamma aggiornata dicinturini per il nuovo modello.

Apple rilascia iOS 15.0.1 con correzione del bug di sblocco di Apple Watch sui modelli iPhone 13

Apple ha 
rilasciato oggi 
iOS 15.0.1 , che è il primo aggiornamento ufficiale del 
sistema operativo 
iOS 15rilasciato a settembre. 
iOS 15.0.1 arriva due settimane dopo il lancio di ‌iOS 15‌ ed è un aggiornamento per la correzione di bug.

Caratteristiche generali di iOS 15 Viola

L’aggiornamento iOS 15.0.1 può essere scaricato gratuitamente e il software è disponibile su tutti i dispositivi idonei over-the-air nell’app Impostazioni. 
Per accedere al nuovo software, vai su Impostazioni > Generali > Aggiornamento software.
L’aggiornamento di oggi probabilmente risolve 
un bug di Apple Watch che ha colpito gli 
utenti di 
iPhone 13 . 
Molti possessori di ‌iPhone 13‌ non sono stati in grado di utilizzare la funzione progettata per consentire lo 
sblocco di 
un 
iPhone con un Apple Watch autenticato quando l’utente indossa una maschera.
Le persone che hanno tentato di utilizzare questa opzione si sono imbattute in un messaggio di errore relativo a un problema di comunicazione con l’Apple Watch. 
Apple ha promesso che una correzione era in lavorazione poco dopo la comparsa del bug e ha anche risolto il problema nella versione beta di iOS 15.1.
Apple ha anche affermato che sta pianificando una correzione per 
un bug di Core Animation cheimpedisce ad alcuni sviluppatori di sfruttare appieno i display ProMotion a 120Hz per le animazioni delle loro app.

Il medico utilizza la fotocamera dell’iPhone 13 Pro per scattare immagini macro degli occhi del paziente

In un post su LinkedIn di mercoledì, il dottor Tommy Korn, oculista e specialista in innovazione sanitaria digitale presso Sharp Healthcare a San Diego, ha affermato di aver utilizzato un iPhone 13 Pro Max per scattare immagini macro degli occhi di un paziente. 

Korn ha aggiunto di essere “impressionato” dalle prestazioni della fotocamera. L’oculista ha aggiunto che l’iPhone 13 Pro Max potrebbe “innovare la cura degli occhi dei pazienti e la telemedicina” e ha detto che non vede l’ora di vedere dove va la tecnologia.

Il Dr. Korn ha anche condiviso alcune immagini dell’iPhone 13 Pro Max in uso durante il trattamento di uno dei suoi pazienti che sta guarendo da un’abrasione risolvibile in un trapianto di cornea. L’ iPhone è stato utilizzato per acquisire immagini di monitoraggio della guarigione del paziente. 

Il dottor Korn utilizza un iPhone 13 Pro per scattare immagini degli occhi di un paziente.  Credito: Dr. Tommy Korn

Il dottor Korn utilizza un iPhone 13 Pro per scattare immagini degli occhi di un paziente. Credito: Dr. Tommy Korn

In un commento al post di Korn, l’optometrista Dr. Jeffrey Lewis ha anche affermato che la fotocamera dell’iPhone 13 Pro Max potrebbe essere “un altro modo per impressionare, gestire, coltivare relazioni a lungo termine con i nostri pazienti”.

“PS: questa ‘fotocamera Pro’ include anche un’app per il telefono!” Il dottor Korn ha scherzato.

La modalità macrofotografia di Apple su iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max è stata definita il ” più forte progresso nel sistema di fotocamere ” della lineup . Invece di utilizzare un obiettivo aggiuntivo o altri componenti, la modalità macro utilizza la fotografia computazionale per ottenere i suoi scatti ultra ravvicinati.

Non è la prima volta che un prodotto Apple viene utilizzato in applicazioni mediche o sanitarie. All’inizio di settembre, ad esempio, l’equipaggio della missione SpaceX Inspiration4 ha utilizzato l’ Apple Watch e l’iPhone per condurre ricerche sull’impatto del volo spaziale sul corpo umano.

Apple rilascia il “Device Support Update” di macOS Big Sur per correggere i bug di aggiornamento/ripristino di iPhone e iPad

Apple ha reso disponibile oggi un nuovo aggiornamento per gli utenti Mac che eseguono Big Sur. Invece di macOS 11.6.1 o simili, la versione si chiama “Aggiornamento supporto dispositivo” e apporta correzioni per assicurarsi che l’aggiornamento e il ripristino di iPhone e iPad con un Mac funzionino correttamente.

All’inizio di questo mese, abbiamo visto Apple rilasciare macOS 11.6 con importanti correzioni di sicurezza per due difetti che potrebbero essere stati attivamente sfruttati in natura.

Questa mattina, il nuovo aggiornamento del supporto dei dispositivi non sembra includere alcuna modifica oltre alla correzione del funzionamento dei Mac su Big Sur per aggiornare e ripristinare iPhone e iPad con Finder.

Se non lo vedi già, l’ultimo aggiornamento dovrebbe essere visualizzato presto in Preferenze di Sistema > Aggiornamento software.

Le note di Apple sulla versione dicono semplicemente “Questo aggiornamento garantisce l’aggiornamento e il ripristino corretti per i dispositivi iOS e iPadOS con un Mac”. L’aggiornamento arriva a poco meno di 200 MB di dimensione.

Gli utenti di iPad Mini 6 si lamentano del problema “Jelly Scrolling” in orientamento verticale

Ora che i nuovi possessori di iPad mini 6 hanno avuto un paio di giorni con l’ultimo tablet Apple ridisegnato, alcuni utenti notano un problema denominato “scorrimento gelatinoso” durante la visualizzazione dello schermo in modalità verticale.

iPad mini 6 orange BG


Il termine si riferisce a un effetto evidente durante lo scorrimento verticale di contenuti basati su testo come una pagina Web o un documento, in cui ogni riga di testo sembra inclinarsi verso il basso verso la sinistra dello schermo mentre passa. L’effetto fa sembrare che un lato del display risponda più velocemente dell’altro quando un dito trascina per scorrere la pagina.

Diversi lettori di MacRumors hanno notato il problema , che sembra interessare gli utenti in misura variabile. Alcuni possessori di ‌iPad mini 6‌ affermano di aver notato l’effetto nonostante ignorassero rapporti simili in natura, mentre altri lo vedono solo dopo essere stati informati che era addirittura una cosa.

Inoltre, alcuni utenti, dopo averlo visto, affermano di non essere in grado di “non vederlo”, dopodiché diventa irritante assistere e può persino indurre l’affaticamento degli occhi. Il problema è stato portato per la prima volta all’attenzione più ampia in un tweet di Dieter Bohn di The Verge, Che ha dimostrato l’Effetto nella sezione Un video di Al rallentatore.https:?
MacRumors ha confermato in modo indipendente che l’effetto può

Ora che i nuovi possessori di iPad mini 6 hanno avuto un paio di giorni con l’ultimo tablet Apple ridisegnato, alcuni utenti notano un problema denominato “scorrimento gelatinoso” durante la visualizzazione dello schermo in modalità verticale.

iPad mini 6 orange BG


Il termine si riferisce a un effetto evidente durante lo scorrimento verticale di contenuti basati su testo come una pagina Web o un documento, in cui ogni riga di testo sembra inclinarsi verso il basso verso la sinistra dello schermo mentre passa. L’effetto fa sembrare che un lato del display risponda più velocemente dell’altro quando un dito trascina per scorrere la pagina.

Diversi lettori di MacRumors hanno notato il problema , che sembra interessare gli utenti in misura variabile. Alcuni possessori di ‌iPad mini 6‌ affermano di aver notato l’effetto nonostante ignorassero rapporti simili in natura, mentre altri lo vedono solo dopo essere stati informati che era addirittura una cosa.

Inoltre, alcuni utenti, dopo averlo visto, affermano di non essere in grado di “non vederlo”, dopodiché diventa irritante assistere e può persino indurre l’affaticamento degli occhi. Il problema è stato portato per la prima volta all’attenzione più ampia in un tweet di Dieter Bohn di The Verge, che ha dimostrato l’effetto in un video al rallentatore.https
MacRumors ha confermato in modo indipendente che l’effetto può essere visto da persone diverse sulla stessa unità iPad mini di sesta generazione . MacRumors può anche confermare che il problema era evidente su tutti i modelli di ‌iPad mini 6‌ in mostra in un Apple Store locale nel Regno Unito . Il problema non era riproducibile in orientamento orizzontale durante lo scorrimento, il che indica che si tratta di un problema di aggiornamento verticale.

Al momento non è chiaro se si tratti di un problema hardware che interessa solo un determinato lotto di unità ‌iPad mini‌, un problema hardware più diffuso o qualcosa che potrebbe essere risolto con un aggiornamento software. Abbiamo contattato Apple per un commento.

visto da persone diverse sulla stessa unità iPad mini di sesta generazione . MacRumors può anche confermare che il problema era evidente su tutti i modelli di ‌iPad mini 6‌ in mostra in un Apple Store locale nel Regno Unito . Il problema non era riproducibile in orientamento orizzontale durante lo scorrimento, il che indica che si tratta di un problema di aggiornamento verticale.

Al momento non è chiaro se si tratti di un problema hardware che interessa solo un determinato lotto di unità ‌iPad mini‌, un problema hardware più diffuso o qualcosa che potrebbe essere risolto con un aggiornamento software. Abbiamo contattato Apple per un commento.