Tre nuovi modelli di iPhone previsti in autunno, metà della versione LCD meno costosa di produzione


In linea con il consenso di altri analisti, la società di investimento RBC Capital vede Apple rilasciando un modello di iPhone LCD e due con schermi OLED nell’evento di uscita dell’autunno 2018, con l’inizio della produzione su tutti e tre nel prossimo futuro.

Secondo il rapporto redatto dall’analista Amit Daryanani e ottenuto da AppleInsider , nel 2018 Apple rilascerà un modello LCD a schermo intero da 6,1 pollici con rilevamento 3D e due modelli OLED. RBC si aspetta inoltre che la produzione di iPhone includerà 80-90 milioni di unità nella seconda metà del 2018, e di quella produzione, il modello LCD sarà composto da circa la metà.

Mentre ciò rappresenterebbe un calo rispetto alle oltre 100 milioni di aspettative del ciclo di iPhone 8 / X dall’inizio di quest’anno, RBC ha attribuito il declino degli ordini dai fornitori di ricambi principalmente ai “partner della supply chain che gestiscono i livelli di inventario in modo più diligente”. Inoltre, scrive Daryanani, Apple sta insistendo su una “gestione dei costi incrementalmente più stretta”, che RBC sta attribuendo a una quantità crescente di funzionalità, come Face ID che potrebbe far parte dell’intera linea.

Daryanani si aspetta un “programma di rampa di produzione regolare”, che dovrebbe iniziare a maggio. Nel 2017, l’iPhone 8 ha iniziato i lavori a maggio, con l’iPhone X che non vede grandi quantità fuori dalla linea di produzione fino a settembre e all’inizio di ottobre.

Queste previsioni sono approssimativamente in linea con le precedenti aspettative derivate dalla supply chain sul prossimo ciclo di iPhone, tra cui un report Digitimes a marzo che prevedeva anche tre nuovi modelli di iPhone , incluso un prodotto LCD che includerebbe circa il 50% della produzione. Ming-Chi Kuo di KGI Securities aveva previsto tre nuovi iPhone alla fine del 2018 a novembre 2017 e ha mantenuto tale previsione all’inizio di quest’anno .

Lo scenario rialzista, secondo Daryanani, comporterebbe una crescita più rapida del previsto nei servizi di Apple, portando a margini lordi oltre il 40%, mentre il lato negativo comporterebbe la perdita della quota di mercato di Apple sia negli smartphone che nei tablet.

“Riteniamo che l’attuale prezzo delle azioni di AAPL crei un interessante punto di ingresso per gli investitori per beneficiare della sua capacità di generare entrate e crescita dell’elettricità nell’anno 18”, ha detto Daryanani nel rapporto, definendo anche la valutazione di Apple “materialmente sub-par a ciò che prevediamo sia la sua entrate a lungo termine e potenziale di EPS. ”

Daryanani attribuisce l’ottimismo a diverse cose: l’aumento del rilascio di iPhone, il ciclo di aggiornamento di Mac e iPad, il potenziale lancio di un nuovo servizio di streaming Apple o qualsiasi altra importante linea di prodotti e il passaggio alla fine dell’anno scorso della legislazione sulla riforma fiscale , che Tim Cook ha detto a gennaio, farà sì che Apple rimpatria dai $ 350 miliardi in contanti negli Stati Uniti

RBC Capital ha mantenuto il suo obiettivo di prezzo Apple di $ 203, citando un “host di tailwinds – allocazione del capitale, crescita dei servizi, rialzo del margine lordo e valutazione allettante” con uno scenario rialzista di $ 230 e uno svantaggio di $ 140. Le scorte di Apple sono state aperte lunedì a $ 169,88 al NASDAQ. L’azienda ha tagliato il suo obiettivo di prezzo su Apple da $ 205 a $ 200 a febbraio, prima dei guadagni trimestrali di Apple.

Le previsioni di Daryanani si basano sui “controlli della catena di fornitura” e sulle visite dei fornitori.

Lascia un commento