Il CEO di Apple, Tim Cook, visita l’Alabama, discute di MLK, Coding e altro in Student Symposium

Il CEO di Apple, Tim Cook, ha visitato l’Alabama oggi per partecipare a un banchetto ospitato dalla Metro Southern Christian Leadership Conference (SCLC) di Birmingham, dove ha ricevuto il 2018 Human Rights Award per la difesa dell’uguaglianza e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Cook è un nativo dell’Alabama che è cresciuto a Robertsdale e ha frequentato la Auburn University.

L’evento è stato pensato per commemorare il 50 ° anniversario dell’assassinio del Dr. Martin Luther King Jr. King fu il presidente fondatore della SCLC nel 1957.

Prima del banchetto, Cook ha anche parlato in un simposio studentesco alla sesta chiesa battista di Birmingham, incentrato sui diritti civili, l’educazione e l’innovazione, e dettagli di ciò che aveva da dire erano condivisi dal sito di notizie AL.com Alabama.

Sul tema di Martin Luther King Jr., Cook ha detto che i suoi insegnamenti “sono senza tempo”. “Se lo ascolti oggi, senti che sta parlando di oggi”, ha detto Cook. Ha continuato spiegando che è importante riflettere sul lavoro svolto da King e sui modi in cui possiamo continuare la sua eredità.

Per quanto riguarda gli studenti che hanno partecipato al simposio, Cook li ha incoraggiati a “cambiare lo status quo” con una citazione del Dr. King: “Non è il comportamento e le azioni delle persone cattive che ricordiamo alla fine, ma il silenzio del bene persone.” Cook ha detto che è una citazione che ha sempre risuonato con lui.
“È un momento speciale nella tua vita”, ha detto. “Questo è un periodo in cui è possibile cambiare lo status quo. Ora è il momento di farlo: il mondo ha bisogno di te più che mai per non essere silenzioso”.
Dopo il Dr. King, la conversazione è passata alla codifica. Come ha detto più volte Cook, crede che la codifica sia un “linguaggio essenziale”. Il programma di studi di Apple Swift si sta diffondendo nei college della comunità in Alabama fino ad oggi, e il viaggio di Cook ha anche comportato una fermata al Lawson State Community College.

Cook ha detto agli studenti al simposio che tutti a scuola dovrebbero avere “più anni” di programmazione prima di laurearsi perché è importante “capire la possibilità del software” anche per coloro che non intendono perseguire un lavoro di informatica.

Ha anche detto che con gli studenti negli Stati Uniti spinti in collegi quadriennali, i percorsi vocazionali si sono prosciugati, portando alla necessità di un riequilibrio. Non tutti hanno bisogno di frequentare un college di quattro anni, ha riferito, e concentrarsi così tanto sui college quadriennali ci ha lasciato senza abbastanza persone con le competenze per costruire cose.

Le ultime parole di Cook incoraggiavano gli studenti a lottare per il cambiamento. I giovani non sono “bloccati con vecchi dogmi” e non accettano “non è mai stato fatto prima” o “non può essere fatto”, ha detto. “Questa è una grande bellezza di essere giovani”, ha detto agli studenti.

Lascia un commento