CEO di Apple Tim Cook: “Non è vero che l’iPhone non sia prodotto negli Stati Uniti”


Non è vero che l’iPhone non sia prodotto negli Stati Uniti”, ha detto stamattina l’amministratore delegato di Apple Tim Cook in un’intervista con Kara Swisher di Recode e Chris Hayes di MSNBC in risposta alle critiche sui suoi legami con la Cina e altri paesi.

“Abbiamo sempre fatto le parti qui”, ha detto Cook. “Le persone guardano solo dove è assemblato il prodotto finale.” In un mondo globale, ha spiegato, la produzione e l’assemblaggio devono essere fatti in una varietà di luoghi.

Come Cook ha affermato più volte in passato, i componenti chiave per iPhone sono fabbricati negli Stati Uniti. Il display per iPhone e iPad, prodotto dal produttore americano Corning, proviene dal Kentucky. Il modulo Face ID per iPhone X viene dal Texas. Vari chip per dispositivi Apple sono anche costruiti negli Stati Uniti, secondo Cook, così come le attrezzature per la produzione dell’iPhone.

I componenti prodotti negli Stati Uniti vengono spediti all’estero, con dispositivi assemblati da fornitori come Foxconn e Pegatron in Cina.

Cook ha detto che “la pressione politica” non spinge la Apple ad aggiungere posti di lavoro negli Stati Uniti, in quanto è già qualcosa che la società sta facendo. Come dice spesso Cook, Apple potrebbe “essere stata creata solo negli Stati Uniti” e Apple vuole restituire. “Le aziende dovrebbero essere più che semplici ricavi e profitti”, ha affermato Cook. “Dovrebbero costruire persone.”
“Sappiamo che Apple potrebbe essere stata creata solo negli Stati Uniti, lo sappiamo, questa società non sarebbe fiorita in nessun altro paese del mondo, amiamo questo paese, siamo patrioti, questo è il nostro paese e vogliamo creare il maggior numero di posti di lavoro possibile negli Stati Uniti. Non abbiamo bisogno di alcuna pressione politica per questo “.
Apple a gennaio ha delineato un piano quinquennale per contribuire con 350 miliardi di dollari all’economia degli Stati Uniti attraverso la creazione di posti di lavoro, investimenti e produzione esistenti e nuovi investimenti. Ad esempio, Apple ha istituito un Advanced Manufacturing Fund per investire nella produzione negli Stati Uniti. Fino ad ora Apple ha investito $ 200 milioni in Corning e $ 390 milioni in Finisar .

Sul tema della creazione di posti di lavoro e dell’automazione, Cook ha affermato che è importante “sentirsi a proprio agio” con “l’idea che l’educazione duri tutta la vita”. Jobs, dice, sarà “cannibalizzato nel tempo e sostituito da altri”. L’apprendimento continuo è importante, motivo per cui Apple si concentra sull’insegnamento a studenti di tutte le età. “I lavori di domani sono fortemente basati sul software”, ha affermato.
“C’è un elemento di ciò che ognuno di noi fa, che sarà automatizzato nel tempo, ma non è male, ma dobbiamo pensare alla formazione per i lavori di domani, che saranno basati sul software”.
Ha detto di non credere che la narrazione intorno a “doom and gloom” sia corretta, ma ritiene che il governo e le imprese debbano collaborare alla riqualificazione e alla creazione di posti di lavoro per le industrie che vengono automatizzate. “Non dovremmo tutti stare seduti ad aspettare che il governo ci dica cosa fare”, ha detto.

L’intervista completa di Tim Cook andrà in onda su MSNBC venerdì 6 aprile alle 17:00 in un segmento intitolato “Revolution: Apple Changing the World”.

Nota: a causa della natura politica della discussione su questo argomento, il thread di discussione si trova nel nostro forum Politics, Religion, Social Issues . Tutti i membri del forum e i visitatori del sito sono invitati a leggere e seguire la discussione, ma la pubblicazione è limitata ai membri del forum con almeno 100 post.

Lascia un commento