Come Apple progetta di eliminare i bug, aggiornare il software di iPhone


L’aggiornamento annuale del software di Apple offrirà agli utenti molte nuove funzionalità: l’attivazione di un singolo set di app su iPhone, iPad e Mac, uno strumento di Digital Health per mostrare ai genitori quanto tempo i loro figli hanno guardato il loro schermo e miglioramenti a Animojis, quei personaggi dei cartoni animati controllati dal sensore di riconoscimento facciale dell’iPhone X.

Ma altrettanto importante quest’anno sarà quello che Apple non presenterà: schermi Home ridisegnati per iPhone, iPad e CarPlay e un’app Foto rinnovata che può suggerire quali immagini visualizzare.

Craig Federighi Fotografo: David Paul Morris / Bloomberg
Queste caratteristiche sono state rimandate dopo che Apple Inc. ha concluso che aveva bisogno di un proprio importante aggiornamento nel modo in cui l’azienda si sviluppa e introduce nuovi prodotti. Invece di tenere gli ingegneri su un programma annuo incessante e di integrare le funzionalità in un unico aggiornamento, Apple inizierà a concentrarsi sui prossimi due anni di aggiornamenti per il suo sistema operativo iPhone e iPad, secondo le persone che hanno familiarità con il cambiamento. La società continuerà ad aggiornare il suo software ogni anno, ma gli ingegneri interni avranno più discrezione per respingere le funzionalità che non sono così brillanti per l’anno successivo.

Il capo del software Craig Federighi ha esposto la nuova strategia al suo esercito di ingegneri il mese scorso, secondo una persona che ha familiarità con la discussione. Il suo team avrà più tempo per lavorare su nuove funzionalità e concentrarsi su affinamenti sotto il cofano senza essere legato a una lista di nuove funzionalità ogni anno semplicemente così l’azienda può fare un enorme balzo anno dopo anno, persone che hanno familiarità con la situazione dire. La rinnovata attenzione per la qualità è pensata per garantire all’azienda la possibilità di soddisfare le promesse fatte ogni estate alla conferenza annuale degli sviluppatori e che le nuove funzionalità funzionino in modo affidabile e pubblicizzato.

“Questo cambiamento sta iniziando a rendersi conto che gli orari non vengono colpiti, roba viene rilasciata con bug – cosa che in precedenza non sarebbe accaduta”, quando Apple era una società più piccola con meno ingegneri, clienti e dispositivi da gestire, dice una persona familiare con la compagnia. Apple ha rifiutato di commentare.

Il passaggio è un’ammissione di ciò che molti clienti hanno già notato: alcuni software Apple sono diventati vulnerabili a bug e funzionalità sottosviluppate. Negli ultimi mesi, gli utenti si sono lamentati dei messaggi di testo che appaiono fuori ordine, l’iPhone X che registra le chiamate in arrivo in ritardo e frequenti arresti delle app.

Apple ha anche recentemente rilasciato funzionalità più tardi del previsto, poiché la fretta di rispettare la scadenza annuale ha sovraccaricato gli ingegneri e ha creato ritardi nell’ultimo minuto. Ad esempio, la versione iOS dello scorso anno non includeva inizialmente funzionalità pubblicizzate in precedenza che consentissero agli utenti di inviare denaro tramite iMessage o di sincronizzare la cronologia dei messaggi di testo completo tra i dispositivi Apple.

La decisione di formalizzare il processo e dare agli ingegneri più tempo per perfezionare il software è un importante cambiamento culturale. Per anni, l’azienda ha incanalato le sue energie in aggiornamenti rapidi e tempestivi, progettati per stupire i fedeli e far sembrare i rivali i più lenti.

La strategia ha dato ottimi frutti perché gli aggiornamenti ricchi di funzionalità tengono i clienti legati all’ecosistema di Apple e li spingono a utilizzare più servizi lucrativi dell’azienda. Oltre il 90% dei clienti Apple utilizza uno degli ultimi due principali aggiornamenti iOS, rispetto al 30% degli utenti Android che hanno scaricato le ultime due versioni del sistema operativo mobile di Google, in base ai dati di entrambe le società.


Phil Schiller, vicepresidente senior del marketing mondiale di Apple, parla dell’iPhone X durante un evento a Cupertino, in California, il 12 settembre 2017. Fotografo: David Paul Morris / Bloomberg
Ma gli aggiornamenti ricchi di funzionalità pongono enormi richieste agli ingegneri Apple assediati. A Google, i team aggiornano le app secondo i propri programmi e non sono legate alla versione annuale di Android. In Apple, tutte le nuove funzionalità sono legate a una grande versione in autunno, quando Apple lancia il suo nuovo software più spettacolare e un aggiornamento più modesto in primavera. Le singole app non vengono aggiornate autonomamente e tutto è guidato dalla pianificazione delle versioni.

Con il sistema precedente, una persona che ha familiarità con Apple afferma: “inevitabilmente, alcune cose saranno in ritardo perché hai sottovalutato quanto tempo ci vorrà. Alcune cose devono essere tagliate, alcune cose devono essere affrettate. È il risultato del fatto che migliaia di persone lavorano allo stesso orario. ”

Il primo test della nuova strategia di sviluppo arriverà in autunno, quando Apple debutterà il prossimo aggiornamento del software per iPhone e iPad. Internamente denominato in codice “Peace”, verrà probabilmente chiamato iOS 12.

Il cambiamento che causerà il grande scalpore: rendendo possibile che una singola app di terze parti funzioni su iPhone, iPad e computer Mac. L’aggiornamento sarà ripiegato nel prossimo macOS 10.14 (noto internamente come “Liberty”) e potrebbe comportare il trasferimento sul Mac di alcune app di Apple, compresa la Home, che controlla le appliance intelligenti.

I famosi Animojis di Apple avranno nuovi personaggi e un menu più facilmente navigabile. Gli emoji animati verranno anche in iPad; l’azienda sta lavorando a un nuovo modello che avrà la fotocamera Face ID richiesta. Apple ha in programma di integrare Animojis in FaceTime, permettendo alle persone di mettere le facce virtuali su se stessi durante le videochiamate. (La tecnologia per portare le videoconferenze multi-persona alle chiamate video FaceTime è stata esplorata ma potrebbe non essere pronta per quest’anno).


Un cliente prova la funzione Animoji su un iPhone X. Fotografo: Daniel Acker / Bloomberg
Anche nei lavori per quest’anno: una versione ridisegnata dell’app di monitoraggio del magazzino di Apple e la versione aggiornata di Non disturbare che offrirà agli utenti più opzioni per rifiutare automaticamente le chiamate telefoniche o le notifiche di silenzio. Apple sta anche lavorando per integrare in modo più profondo Siri nella vista di ricerca dell’iPhone, ridisegnando l’interfaccia utilizzata per importare le foto in un iPad in movimento e consentire a più persone contemporaneamente di giocare a giochi di realtà aumentata.

I consumatori dovranno attendere fino al 2019 per significativi aggiornamenti del software incentrati sull’iPad. Tra questi: una funzionalità che renderà possibile eseguire più finestre in un’unica app e fare clic su di esse come le schede di un browser Web (il Mac ha ottenuto questa funzionalità un paio di anni fa) e un miglioramento correlato che consente di visualizzare due schermate dal la stessa app viene eseguita parallelamente. Altri aggiornamenti che sono stati respinti includono nuove funzionalità per lo stilo di Apple Pencil e un interruttore nell’app di posta elettronica che silenzia le notifiche da thread specifici.

In passato, “la scala più piccola di Apple ha aiutato a creare software di qualità migliore rispetto al resto del mercato”, afferma Steven Troughton-Smith, uno sviluppatore di applicazioni veterano. “Ma con le sue nuove dimensioni sembra che non sia stato in grado di trovare il giusto equilibrio.”

Trovare un nuovo equilibrio tra velocità e qualità sarà complicato. Da un lato, la diffusione degli aggiornamenti delle funzionalità per un periodo più lungo potrebbe compromettere la competitività di Apple nel mercato degli smartphone, fortemente contestato. D’altra parte, attenersi a ciò che Troughton-Smith chiama un ciclo di aggiornamento “spietatamente ambizioso” rischia di precipitare fuori caratteristiche prima che siano pronte e minare la reputazione di Apple per la qualità.

Lascia un commento