I capi di legge degli Stati Uniti e agenzie di spionaggio dicono che i telefoni di Apple rivale Huawei pongono un rischio intrinseco alla sicurezza nazionale

I responsabili di diverse agenzie di legge e spionistiche americane sostengono che gli acquirenti di smartphone dovrebbero evitare di acquistare prodotti dalla Cina Huawei, dal momento che la società rappresenta un rischio di furto e sorveglianza degli utenti, ma anche un pericolo per la sicurezza nazionale.

“Siamo profondamente preoccupati per i rischi di consentire a qualsiasi azienda o entità che è obbligata a governi stranieri che non condividono i nostri valori di acquisire posizioni di potere all’interno delle nostre reti di telecomunicazioni”, ha spiegato il direttore dell’FBI Christopher Wray. “Ciò fornisce la capacità di esercitare pressioni o controllo sulla nostra infrastruttura di telecomunicazioni, fornisce la capacità di modificare o rubare informazioni in modo malevolo e fornisce la capacità di condurre attività di spionaggio non rilevate”.

All’udienza erano presenti anche altri cinque capi di agenzie, per organizzazioni come la CIA e l’NSA.

Huawei è noto per avere stretti legami con il governo cinese. In teoria, consentire ai dispositivi e alle infrastrutture Huawei di diffondersi negli Stati Uniti potrebbe rendere più facile per il Partito Comunista avviare i tentativi di hacking.

Huawei ha negato che rappresenti una minaccia maggiore rispetto ad altri fornitori.

La compagnia ha finora avuto problemi ad entrare nel mercato statunitense. Un accordo per vendere telefoni tramite AT & T è stato interrotto e i politici hanno messo sotto pressione il vettore per evitare di collaborare con Huawei sulla tecnologia 5G . Allo stesso modo, i politici si sono mossi per impedire acquisti governativi da parte di Huawei o di un’altra azienda cinese, ZTE.

Alcuni funzionari della legge e dell’intelligence statunitensi hanno chiesto ai produttori di telefoni domestici, inclusa Apple, di autorizzare backdoor nei loro software in modo da poter accedere ai dati a loro volta con un mandato o altro ordine legale. L’NSA è nota per la raccolta di metadati in massa e talvolta ha inserito le proprie backdoor nei server e nei router.

Lascia un commento