Apple ha rilasciato la seconda beta di MacOS Catalina 10.15.2 agli sviluppatori

Apple ha lanciato oggi la seconda beta di un aggiornamento macOS Catalina 10.15.2 imminente per gli sviluppatori, una settimana dopo il rilascio della prima beta e due settimane dopo il lancio dell’aggiornamento macOS Catalina 10.15.1 . 

La nuova versione beta di ‌‌macOS Catalina‌‌ può essere scaricata utilizzando il meccanismo di aggiornamento software in Preferenze di Sistema dopo aver installato il software appropriato dal Centro per sviluppatori. 

Non si sa ancora quali miglioramenti includerà il secondo aggiornamento di ‌macOS Catalina‌, ma molto probabilmente si concentra su miglioramenti delle prestazioni, aggiornamenti di sicurezza e correzioni di bug che non sono stati risolti nell’aggiornamento macOS 10.15.1. 

Non abbiamo trovato nuove importanti funzionalità nella prima beta, ma aggiorneremo questo articolo se vengono rilevate modifiche nella seconda beta. 

AcmacOS Catalina major è un importante aggiornamento che elimina iTunes a favore di nuove app di musica, podcast e TV, supporto nix per app a 32 bit, aggiunta di una nuova app Trova la mia , porta una nuova interfaccia di Foto e include numerosi miglioramenti della privacy e altre app i parametri. 

MacBook Pro da 16 pollici raggiunge un massimo di oltre $ 6000 con SSD da 8 TB, 64 GB di RAM, altro

nuovo MacBook Pro da 16 pollici di Apple è ora disponibile per l’ordine . Inizia a $ 2.399, che è molto più basso di quanto suggerito da alcune voci sulla catena di approvvigionamento. Nella fascia alta, il MacBook Pro da 16 pollici arriva a $ 6.099 e ti dà un bel po ‘di potenza.

Per $ 6.099 ottieni 64 GB di memoria DDR4 a 2666 MHz, un AMD Radeon Pro 5500M con 8 GB di scheda grafica di memoria GDDR6 e un SSD da 8 TB, che Apple afferma essere il primo per un laptop.
Ecco le opzioni di aggiornamento SSD dalla configurazione di base da 512 GB:
SSD da 1 TB + $ 200
SSD da 2 TB + $ 600
SSD da 4 TB + $ 1,200
SSD da 8 TB + $ 2,400
La cosa interessante da notare è il delta di prezzo tra il Mac Pro entry-level. Mentre Apple non ha ancora pubblicato il configuratore online per Mac Pro, sappiamo che inizierà a $ 5,999 con 256 GB di spazio di archiviazione SSD. Mentre Mac Pro ha altri vantaggi, come l’espandibilità, i prezzi SSD sul MacBook Pro da 16 pollici e l’opzione di base da 512 GB sono particolarmente notevoli.
Apple ha annunciato oggi che Max Pro e Pro Display XDR inizieranno a essere spediti a dicembre . Dovremmo imparare presto le opzioni di configurazione build-to-order.
Il MacBook Pro da 16 pollici presenta anche una nuova tastiera magica, che dovrebbe migliorare notevolmente l’affidabilità rispetto alla tastiera a farfalla. Leggi tutti i dettagli sul nuovo MacBook Pro da 16 pollici nella nostra copertura completa qui .


Apple annuncia la consegna di Mac Pro a dicembre

Apple ha annunciato ufficialmente che i tanto attesi Mac Pro e Pro Display XDR saranno disponibili a partire da dicembre. 




Il modello base acMac Pro‌ parte da $ 5,999 e presenta un processore Intel Xeon a 8 core da 3,5 GHz, una GPU Radeon Pro 580X, 32 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione SSD. Specifiche tecniche aggiuntive e opzioni di configurazione per l’ordine sono disponibili sul sito Web di Apple . 

La macchina ad alto rendimento è stata originariamente annunciata a giugno, quando Apple ha promesso un rilascio “fallito”. Martedì Bloomberg ha anche riferito che acMac Pro‌ sarebbe disponibile il mese prossimo. 
Oggi, Apple ha anche annunciato che il nuovissimo acMac Pro‌, il miglior desktop pro del mondo, e Apple Pro Display XDR , il miglior display pro del mondo, saranno disponibili a dicembre. Progettato per le massime prestazioni, espansione e configurabilità, acMac Pro‌ è dotato di processori Xeon di classe workstation fino a 28 core, un sistema di memoria ad alte prestazioni con un’enorme capacità di 1,5 TB, otto slot di espansione PCIe e un’architettura grafica con la scheda grafica più potente del mondo . Pro Display XDR è dotato di un display Retina 6K da 32 pollici con larghezza P3 e colore a 10 bit, 1.600 nit di luminosità di picco, rapporto di contrasto di 1.000.000: 1 e un angolo di visione super ampio, il tutto a un prezzo rivoluzionario.
Apple rilascerà anche Pro Display XDR insieme a ‌Mac Pro‌ il mese prossimo. Il monitor di fascia alta costa $ 4.999, o $ 5.999 per una versione con rivestimento opaco “nano-texture”. Lo stand costa $ 999 e un supporto VESA costa $ 199. 

L’annuncio di oggi è stato breve e Apple ha smesso di fornire date specifiche per i preordini e la disponibilità di Mac Display Pro e XDR. 

Bloomberg: MacBook Pro da 16 pollici in arrivo domani, a partire da 2660€

Un nuovo rapporto di Bloomberg questa sera dice che Apple debutterà il nuovo MacBook Pro da 16 pollici non appena domani. Ciò segue i rapporti di 9to5Mac di ieri , che indicavano che Apple sta attualmente organizzando briefing privati ​​con i membri della stampa per mostrare il nuovo MacBook Pro.

Il rapporto di Bloomberg ribadisce gran parte di ciò che già sappiamo sul MacBook Pro da 16 pollici.Secondo quanto riferito, la macchina includerà un display da 16 pollici più luminoso e una tastiera più affidabile.
Questo sarà il primo importante aggiornamento della linea MacBook Pro da quando è stato riprogettato tre anni fa. Il nuovo schermo più luminoso arriverà in una versione da 16 pollici, rispetto all’attuale opzione da 15 pollici, ha detto la gente, che ha chiesto di non essere identificato discutendo di prodotti senza preavviso. Il display farà probabilmente appello a editor di video e foto, giocatori e sviluppatori di software.
In termini di prezzo, il rapporto afferma che il MacBook Pro da 16 pollici avrà un costo “più o meno lo stesso” del modello da 15 pollici, che parte da $ 2.399.
Bloomberg afferma inoltre che il nuovo Mac Pro sarà probabilmente in vendita a dicembre. Apple ha promesso un rilascio in autunno, che durerà fino al 21 dicembre.

Bug nell’app Facebook Accede alla videocamera in background

L’app di Facebook per iOS sembra accedere alla fotocamera dell’iPhone o dell’iPad in background quando l’app è in uso, secondo diversi report su Twitter. 




Durante lo scorrimento della sequenza temporale di Facebook, diversi utenti hanno visto la fotocamera attivata in background
Un utente di Facebook lo ha trovato attraverso un bug di interfaccia che mostra un piccolo frammento del display quando guarda una foto, mentre un altro lo trova durante la rotazione di un dispositivo.

Sia The Next Web che CNET sono stati in grado di riprodurre il problema e hanno confermato che la fotocamera è attivata in background quando si utilizza Facebook su iOS. Il problema sembra avere un impatto sugli iPhone con iOS 13 , inclusa l’ultima versione di ‌iOS 13‌, iOS 13.2.2. I dispositivi che eseguono iOS 12 non sembrano essere interessati. 

Il vicepresidente per l’integrità di Facebook, Guy Rosen, questa mattina ha dichiarato che “sembra un bug” e che Facebook lo sta esaminando, ma Facebook non ha commentato ufficialmente il problema. 
Il ricercatore di sicurezza Will Strafach ha dichiarato a TechCrunch che sembra essere un “bug innocuo ma inquietante”. 

Affinché l’app di Facebook acceda alla videocamera in background, è necessario abilitare l’accesso alla videocamera e al microfono nell’app Impostazioni.Chi è preoccupato per il bug può disabilitare l’accesso di Facebook a queste funzionalità su iPhone e PiPad‌ oppure eliminare l’app di Facebook. 

Tag: Facebook

L’app Google Stadia è disponibile su iPhone

Google oggi offre di scaricare la sua applicazione Stadia iPhone ( Link App Store – Gratis). Arriva pochi giorni prima del lancio del servizio di cloud gaming, che sarà lanciato il 19 novembre.


Per quanto la versione di Android consentirà di giocare, in quanto la versione di iOS servirà solo a fare le configurazioni … almeno avviare. “L’app Stadia ti consente di configurare e gestire Stadia su dispositivi compatibili. Non ti consente di giocare direttamente su un dispositivo iOS, ma puoi usarlo per gestire Stadia su altri dispositivi “,afferma Google.
Stadia è l’equivalente di una console per videogiochi, tranne per il fatto che non è a casa ma sui server di Google. Tutto ciò di cui hai bisogno è un controller e una connessione Internet per giocare.
Esistono due offerte. Il primo, Stadia Base, è gratuito e può riprodurre 1080p a 60 frame al secondo, con audio stereo. Il secondo, Stadia Pro, ha un prezzo di € 9,99 / mese e dà accesso al 4K a 60 frame al secondo e al suono surround 5.1.
Stadia non è un “Netflix del videogioco”.Non esiste un catalogo di titoli a cui accedi in modo illimitato a fronte di un abbonamento. Come PlayStation 4, Xbox One o Switch, devi acquistare tutti i giochi. L’interesse di Stadia è che il servizio è disponibile su molti media (TV, computer, smartphone, tablet) con stessi giochi e stessi backup.

Safari supporta le chiavi di sicurezza conformi a NFC, USB e Lightning FIDO2 in iOS 13.3

L’aggiornamento iOS 13.3 attualmente disponibile per sviluppatori e beta tester pubblici ha una nuova funzionalità Safari che supporta chiavi di sicurezza conformi a NFC, USB e Lightning FIDO2. 

Questa opzione è stata attivata nella prima beta di iOS 13.3, ma nella seconda beta degli sviluppatori, Apple ha aggiunto dettagli al riguardo nelle note di rilascio. 



Ora supporta le chiavi di sicurezza conformi a NFC, USB e Lightning FIDO2 in Safari, SFSafariViewController e ASWebAuthenticationSession utilizzando lo standard WebAuthn, su dispositivi con le capacità hardware necessarie.
Con l’aggiornamento iOS 13.3, Safari supporterà le chiavi di sicurezza fisiche come YubiKey dotato di Lightning, che può essere utilizzato per un’autenticazione a due fattori più sicura. 

Yubico ha annunciato YubiKey 5Ci ad agosto, ma al momento del lancio era di utilità limitata perché non funzionava con Safari, Chrome o altri browser principali, sebbene fosse compatibile con app come 1Password. 

Con il supporto Safari, YubiKey 5Ci è uno strumento legittimamente utile che può essere più conveniente dell’autenticazione a due fattori basata su software perché non è necessario inserire un codice di sicurezza: è sufficiente collegarlo a un iPhone o Mac (c’è anche un Connettore USB-C) per l’autenticazione. Il supporto per le chiavi di sicurezza USB conformi a FIDO2 tramite WebAuthn è stato precedentemente aggiunto a Safari 13 in macOS. 

Altre chiavi di sicurezza basate su NFC, USB e Lightning funzioneranno anche con Safari dopo l’aggiornamento iOS 13.3. Non si sa ancora quando verrà rilasciato iOS 13.3, ma potremmo vederlo a dicembre dopo alcune settimane di beta test. 

WhatsApp la modalità scura è arrivata ma non per tutti: ecco come attivarla in beta

La modalità notte su WhatsApp sta per arrivare. Anzi per alcuni utenti è già disponibile, ma solo nella versione beta. A dare la notizia come al solito sono i ragazzi di WaBetaInfo tramite un posto pubblicato su Twitter. Per il momento, però, la dark mode è presente solo all’interno delle conversazioni, con il classico sfondo color sabbia che è diventata di un blu molto intenso (gli sviluppatori hanno optato per un colore differente dal nero per facilitare la lettura dei messaggi).

Si tratta di un piccolo passo molto importante, segnale che gli sviluppatori sono quasi pronti a rilasciare in modo definitivo la modalità notte nella versione beta di WhatsApp. Sono oramai diversi mesi che i programmatori sono a lavoro su questa nuova funzionalità. Dopo i problemi iniziali e il rischio di non vedere mai la dark mode sull’app, hanno trovato il bandolo della matassa e pian piano stanno portando la modalità notte in tutte le schermate dell’applicazione.
Come attivare la modalità notte su WhatsApp
Come detto, la modalità notte non è disponibile ancora per tutti. Per due motivi: il primo perché è solo nella versione beta (programma a cui è necessario iscriversi scaricando l’app apposita), secondo perché è necessario avere uno smartphone che supporta nativamente la dark mode.


Finora la modalità notte è disponibile in tutti i dispositivi che hanno ricevuto l’aggiornamento a iOS 13 e Android 10. Se nel caso degli iPhone è più semplice aggiornare il sistema operativo all’ultima release disponibile, per quanto riguarda Android non è così. Oltre agli smartphone della famiglia Pixel, sono pochi i telefonini che hanno ricevuto Android 10, versione del sistema operativo che integra la modalità scura.

Per avere la dark mode sullo sfondo di WhatsAppè necessario attivarla di default sullo smartphone. Sull’iPhone è molto semplice: basta entrare nelle Impostazioni, premere su “Schermo e luminosità” e poi su “Aspetto“. Nella schermata che si apre scegliete la modalità scura. Su Android bisogna entrare nelle Impostazioni, premere su Display e poi su Tema. A questo punto impostate Scuro.
Quando arriva la modalità notte su WhatsApp
Difficile fare delle previsioni. Per il momento è disponibile solo nella schermata di sfondo delle conversazioni, mentre il resto dell’app è ancora con il tema chiaro e con i colori abituali di WhatsApp (bianco e verde). La presenza della modalità notte in una piccola parte dell’applicazione di messaggistica, però, è una notizia importante, ciò vuol dire che i lavori sono a buon punto e che entro breve potremo mettere le mani sulla versione definita, almeno nella versione beta. Facendo una previsione, possiamo dire che entro fine novembre arriverà la dark mode su WhatsApp.

iOS 13.3 beta 2 è disponibile + beta 2 di watchOS 6.1.1 e tvOS 13.3

iOS 13.3 beta 2 è disponibile + beta 2 di watchOS 6.1.1 e tvOS 13.3
Apple ha appena rilasciato la seconda beta (build 17C5038a) di iOS 13.2 e iPadOS 13.2 per sviluppatori. Questa beta arriva una settimana dopo la precedente.


La prima beta è stata l’occasione per avere una nuova opzione “Limiti di comunicazione” all’interno della funzione Screen Time per applicare i limiti per i contatti di Phone, FaceTime, Messaggi e iCloud. È stato anche possibile disabilitare gli adesivi Memoji che si trovano sulla sinistra della tastiera con gli Emoji. Apple ha anche colto l’occasione per rivedere l’icona di Apple Watch, come possiamo vedere nell’immagine di questo articolo dedicato .
Non sappiamo ancora cosa offre la seconda beta di iOS 13.3. Torneremo la sera se si notano cambiamenti, il tempo di fare l’installazione.
Se il tuo iPhone o iPad è impostato per ricevere beta per gli sviluppatori, vai su Impostazioni> Generali> Aggiornamento software per scaricare iOS 13.3 beta 2.
Oltre a iPhone e iPad, Apple offre la seconda beta (build 17S5439a) di watchOS 6.1.1 su Apple Watch e la seconda beta (build 17K5440a) di tvOS 13.3 su Apple TV.Le novità di queste versioni non sono note al momento.

Facebook sta espandendo ulteriormente i suoi sforzi commerciali

Facebook sta espandendo ulteriormente i suoi sforzi commerciali oggi, nel bene e nel male. La società ha annunciato la sua nuova piattaforma Facebook Pay, che alla fine funzionerà su Facebook, Messenger, WhatsApp e Instagram e compete con Apple Pay.

Facebook Pay sarà inizialmente supportato nelle applicazioni Facebook e Messenger negli Stati Uniti. Sarai in grado di utilizzare Facebook Pay per donazioni di beneficenza, acquisti in-game, biglietti per eventi, pagamenti da persona a persona e acquisti da Pagine e attività commerciali sul Marketplace di Facebook.
Nel tempo, Facebook afferma che prevede di portare Facebook Pay a “più persone e luoghi, anche per l’uso su Instagram e WhatsApp. Non è chiaro se Facebook Pay si espanderà anche ad app di terze parti, come ha fatto Apple Pay.Ovviamente, Apple Pay è molto più ampia di Facebook Pay, grazie al supporto NFC per i pagamenti in negozio e altro ancora.
Ecco come impostare Facebook Pay:
Vai su “Impostazioni”> “Facebook Pay” sull’app o sul sito Web di Facebook
Aggiungi un metodo di pagamento
La prossima volta che effettui un pagamento, usa Facebook Pay
Facebook Pay supporta carte di credito e debito e PayPal. I pagamenti vengono elaborati in collaborazione con aziende come PayPal e Stripe.”Facebook Pay si basa su infrastrutture finanziarie e partnership esistenti”, afferma Facebook.
Per quanto riguarda la sicurezza, Facebook afferma che Facebook Pay supporta l’aggiunta di un PIN e l’utilizzo di dati biometrici come Face ID e Touch ID:
Con Facebook Pay, continuiamo a investire in sicurezza. Abbiamo progettato Facebook Pay per archiviare e crittografare in modo sicuro i numeri di carta e conto bancario dell’utente, eseguire il monitoraggio antifrode sui nostri sistemi per rilevare attività non autorizzate e fornire notifiche per l’attività dell’account.
Puoi anche aggiungere un PIN o utilizzare i dati biometrici del tuo dispositivo, come il riconoscimento touch o face ID, per un ulteriore livello di sicurezza durante l’invio di denaro o il pagamento.
Puoi saperne di più su Facebook Pay nel post del blog dell’azienda qui . Facebook è disponibile su App Store gratuitamente.