La nuova funzione CarPlay di iOS 16 ti consente di pagare il carburante dallo schermo della tua auto

Al WWDC, gran parte dell’attenzione era sull’elegante CarPlay di nuova generazione presentato in anteprima da Apple, ma quelle esperienze non appariranno nelle auto per diversi anni.

A breve termine, una novità per CarPlay in iOS 16 è l’aggiunta di nuove categorie di app supportate per “compiti di carburante e guida”, secondo la pagina di anteprima delle funzionalità di iOS 16 . Un rapporto di Reuters oggi afferma che alcune catene di stazioni di servizio si stanno già preparando a trarne vantaggio e consentire ai conducenti di pagare il carburante attraverso il centro di infotainment dell’auto.

https://googleads.g.doubleclick.net/pagead/ads?client=ca-pub-7309997969756803&output=html&h=250&adk=2408021016&adf=938554&w=428&fwrnh=102&lmt=1656593614&rafmt=1&psa=1&format=428×250&url=https%3A%2F%2F9to5mac-com.translate.goog%2F2022%2F06%2F30%2Fios-16-fuel-from-your-car%2F%3F_x_tr_sl%3Dauto%26_x_tr_tl%3Dit%26_x_tr_hl%3Dit&host=ca-host-pub-5506057612223327&fwr=1&rpe=1&resp_fmts=3&sfro=1&wgl=1&dt=1656593614139&bpp=2&bdt=456&idt=263&shv=r20220628&mjsv=m202206230101&ptt=9&saldr=aa&abxe=1&prev_fmts=0x0&nras=1&correlator=5779841763960&frm=20&pv=1&ga_vid=2112755067.1656593606&ga_sid=1656593614&ga_hid=1781975808&ga_fc=1&u_tz=120&u_his=1&u_h=926&u_w=428&u_ah=926&u_aw=428&u_cd=32&u_sd=3&adx=0&ady=988&biw=428&bih=825&scr_x=0&scr_y=0&eid=44759875%2C44759926%2C44759837%2C42531607&oid=2&pvsid=1877399995479893&tmod=3304540&nvt=1&eae=0&fc=1920&brdim=0%2C0%2C0%2C0%2C428%2C0%2C428%2C859%2C428%2C859&vis=1&rsz=%7C%7CoeEbr%7C&abl=CS&pfx=0&fu=128&bc=31&ifi=2&uci=a!2&btvi=1&fsb=1&xpc=za591RbTU0&p=https%3A//9to5mac-com.translate.goog&dtd=276

Queste nuove app CarPlay consentiranno agli sviluppatori di creare app che aiutano gli utenti a fare rifornimento dalla propria auto, accedere alle informazioni sulle strade a pedaggio e ottenere assistenza per il traino dal display abilitato per CarPlay.

Reuters ha parlato con la catena di distributori di benzina HF Sinclair della nuova funzione, che gestisce circa 1.600 distributori di benzina negli Stati Uniti. Sinclar ha affermato che prevede di utilizzare la tecnologia ed è entusiasta del fatto che “i consumatori possano navigare verso una stazione di Sinclair e acquistare carburante dalla schermata di navigazione del veicolo”.

Reuters cita anche Donald Frieden di P97 Networks, che gestisce l’infrastruttura alla base dei pagamenti digitali del carburante. Frieden afferma di aver parlato con compagnie petrolifere che vogliono far funzionare le loro app con CarPlay, sebbene nessun marchio sia nominato esplicitamente.

Dalla guida per gli sviluppatori di Apple per gli sviluppatori, le app per le attività di guida dovrebbero aiutare a abilitare le attività che le persone devono svolgere durante la guida che non sono correlate alla navigazione (ad esempio, una funzione per trovare negozi nelle vicinanze non è consentita, poiché i clienti dovrebbero utilizzare l’app Maps per questo scopo). Un esempio di una potenziale app per attività di guida è uno strumento per aiutare a registrare il chilometraggio per le spese di viaggio di lavoro.

Le app di rifornimento devono abilitare “funzionalità significative” rilevanti per la guida e non possono essere semplicemente un elenco di stazioni di rifornimento vicine.

La nuova attività di guida e i modelli di app CarPlay per il rifornimento si uniscono ad attività precedentemente supportate come audio, messaggistica, ricarica di veicoli elettrici, parcheggio e ordinazione rapida di cibo.

iOS 16 è attualmente in versione beta per sviluppatori e sarà disponibile per tutti questo autunno. Non è chiaro per quanto tempo i clienti dovranno aspettare che una catena di stazioni di servizio rilasci un’app di rifornimento compatibile con CarPlay.

iPhone 14: iniziano a essere spediti i componenti

È stato seriamente preparato a livello di linea di produzione per l’iPhone 14, con i fornitori che hanno spedito i componenti secondo Digitimes. 
Gruppi come Foxconn, che assemblano iPhone, saranno presto in grado di avviare la produzione su larga scala.
Rendi iPhone 14 Pro 3
“I fornitori di componenti hanno iniziato le spedizioni per la prossima generazione di iPhone il cui lancio è previsto per settembre, secondo fonti del settore”, ha affermato 
Digitimes . 
La pubblicazione taiwanese, che ha fonti a livello di stabilimento di produzione, condividerà domani ulteriori dettagli.
Sulla base di fughe di notizie e altre voci che circolano, sono principalmente iPhone 14 Pro e Pro Max che vedranno cambiamenti quest’anno. 
Abbandoneranno il notch come lo conosciamo per far posto a una pillola e un foro per ospitare Face ID e il sensore fotografico anteriore. 
Dovremmo aspettarci anche il chip A16, 
un sensore fotografico principale da 48 megapixel e 
un display sempre attivo .
Sul lato iPhone 14 non Pro, sarà più complicato. 
Il sensore fotografico principale rimarrebbe a 12 megapixel, il notch ci sarebbe ancora e 
ci sarebbe addirittura il chip A15 , quello che si trova negli iPhone 13. Viene da chiedersi quale sarà il valore aggiunto del nuovo modello.
Per il 2022 sono previsti quattro modelli: iPhone 14 da 6,1 pollici, iPhone 14 Max da 6,7 ​​pollici, iPhone 14 Pro da 6,1 pollici e iPhone 14 Pro Max da 6,7 ​​pollici. 
L’annuncio e la disponibilità dovrebbero avvenire nel mese di settembre.

Una nuova perdita suggerisce che “AirPods Pro 2” fungerà da apparecchi acustici, migliora la custodia di ricarica

Le presunte informazioni trapelate suggeriscono che stanno arrivando cambiamenti significativi al prossimo “AirPods Pro 2” con funzionalità sanitarie e un migliore supporto Dov’è.

La seconda generazione di AirPods Pro è arrivata da tempo e le voci stanno girando intorno a aggiornamenti esterni minimi. L’ultima perdita conferma i minimi cambiamenti estetici, ma diverse nuove funzioni e una custodia di ricarica aggiornata.

Secondo 52Audio, gli “AirPods Pro 2” avranno un processore H1 aggiornato, funzioni di salute come il rilevamento della frequenza cardiaca e uno strano nuovo microfono nella custodia di ricarica. Le informazioni sembrano provenire da fonti interne e le immagini incluse sono renderizzate in base alle informazioni a portata di mano.

Si riferiscono al nuovo processore come a un chip H1, che è già presente negli AirPods Pro. Non è chiaro se Apple lo chiamerà H1 o H2, ma è un chip System in Package più potente.

Le presunte nuove funzionalità includono il rilevamento della frequenza cardiaca, la funzionalità degli apparecchi acustici e l’audio migliorato. La custodia di ricarica ha USB-C al posto di Lightning, altoparlanti perFind My e un microfono per la funzione di apparecchio acustico.

Il rendering di AirPods Pro 2 di 52audio non mostra cambiamenti estetici

Il rendering di AirPods Pro 2 di 52audio non mostra cambiamenti estetici

Il design nelle immagini condivise appare invariato, con la perdita che suggerisce che tutte le modifiche sono interne. Il sensore di frequenza cardiaca potrebbe anche essere in grado di raccogliere dati sulla temperatura, ma ciò non è confermato.

La custodia di ricarica MagSafe potrebbe avere microfoni sul lato destro per la raccolta dell’audio ambientale e l’uso degli apparecchi acustici. L’audio raccolto dalla custodia viene trasmesso agli auricolari per l’elaborazione e il miglioramento e presumibilmente utilizzato per un microfono parlante quando si parla con un utente non uditivo.

Il ritaglio sul lato destro è un microfono. Fonte immagine: 52audio

Il ritaglio sul lato destro è un microfono. Fonte immagine: 52audio

L’altoparlante nella parte inferiore della custodia di ricarica può emettere un suono per Trova il mio. Questo è simile a AirTag e può aiutare gli utenti a trovare una custodia smarrita che è appena fuori dalla vista.

Questi nuovi dettagli di 52audio sembrano corroborare i dettagli del design e le precedenti voci relative alla salute, ma la fonte non ha una lunga storia nelle fughe di notizie di Apple. La pubblicazione in precedenza ha fatto trapelare immagini degli AirPods 3, che si sono dimostrate accurate, quindi il tempo dirà se anche quest’ultima perdita è vera.

Le voci precedenti hanno suggerito aggiornamenti sulla salute e una riprogettazione più radicale senza stelo. Se Apple intende rilasciare i nuovi AirPods Pro in autunno, allora il design e il set di funzionalità sono in atto e le perdite probabilmente diranno più accurate.

Apple rilascia un raro software beta per sviluppatori delle AirPods

Apple ha rilasciato un aggiornamento software beta degli AirPods volto a correggere i bug e migliorare la commutazione automatica.

Anche se Apple ha già rilasciato il software beta degli AirPods, è molto più raro di tali aggiornamenti per iOS. Questo viene fornito mentre iOS 16 introduce audio spaziale personalizzato, ma le note di rilascio non lo menzionano.
Tuttavia, l’aggiornamento beta è pensato per iOS 16, poiché agli sviluppatori è stato detto che per. testarlo, devono avere:
  • Un iPhone con iOS 16 beta
  • Mac con macOS Ventura beta
  • Mac esegue anche Xcode 14 beta
  • Un dispositivo AirPods supportato

Gli AirPods supportati sono la seconda e la terza generazione degli AirPods originali, oltre ad AirPods Pro AirPods Max.

Apple nota inoltre che possono essere necessarie fino a 24 ore per scaricare e installare l’aggiornamento beta. Gli sviluppatori registrati possono ottenere istruzioni complete, oltre al download, nella pagina di download degli sviluppatori di Apple.

Esclusivo: il codice iOS 16 include più riferimenti “always-on display” prima di iPhone 14 Pro

Display sempre acceso di iOS 16

Mark Gurman di Bloomberg è stato il primo a riferire sulla rinnovata schermata di blocco che sarebbe stata aggiunta come parte di iOS 16. Gurman ha anche notato che iOS 16 avrebbe fornito il supporto per un display always-on in preparazione della funzione potenzialmente lanciata con iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max questo autunno.

Ora che è disponibile la prima beta per sviluppatori9to5Machas ha scoperto più riferimenti che confermano che iOS 16 include effettivamente il supporto per un display always-on. All’interno di iOS 16, sono stati aggiunti tre nuovi framework che riguardano la gestione della retroilluminazione del display dell’iPhone. La gestione della retroilluminazione è un aspetto chiave per abilitare una funzione always-on.

Ognuno di questi framework include riferimenti a una capacità di visualizzazione always-on. Teoricamente, si potrebbe ipotizzare che queste funzionalità always-on siano state aggiunte in riferimento alle funzionalità di visualizzazione always-on esistenti di Apple Watch, ma qui non è così.

Tutti i framework scoperti da 9to5Mac sono utilizzati da diversi componenti di iOS, inclusa la schermata di blocco. Inoltre, e in particolare, ci sono più riferimenti a un display always-on all’interno dello Springboard, che è ciò che gestisce la schermata di blocco (e la schermata iniziale) di iPhone. Apple Watch non usa Springboard.

Infine, ci sono anche bandiere nascoste all’interno di iOS 16 che gli ingegneri Apple possono utilizzare per abilitare la capacità always-on, anche su dispositivi non supportati. Ciò significa che gli ingegneri Apple possono testare la funzione di visualizzazione always-on su iPhone 13 Pro, prima del lancio della funzione con iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max entro la fine dell’anno.

E se ti stai chiedendo perché la funzione di visualizzazione always-on sarà limitata alla linea iPhone 14 Pro, anche se Apple sta testando la funzione su iPhone 13 Pro, si tratta della tecnologia di frequenza di aggiornamento variabile del display ProMotion.

Il display di aggiornamento variabile di iPhone 13 Pro può scalare da 120Hz a 10Hz. Per il contesto, il display always-on dell’Apple Watch può scalare a una frequenza di aggiornamento di 1 Hz. Ciò consente al display always-on di essere un’opzione senza distruggere la durata della batteria dell’Apple Watch. Anche se non confermato, è possibile che l’iPhone 14 Pro sia in grado di funzionare a 1 Hz per preservare la durata della batteria offrendo al contempo un display sempre acceso.

In definitiva, è chiaro che iOS 16 sta gettando le basi per una funzione di visualizzazione sempre attiva in molti modi. I nuovi widget e i nuovi design di notifica sulla schermata di blocco sono perfetti per un display always-on e il codice iOS 16 sottostante conferma che tale funzione è in fase di sviluppo.

iOS 16 aggiunge la capacità di sblocco con Face ID orizzontale per alcuni modelli di iPhone

iOS 16 ti permetterà finalmente di sbloccare il tuo iPhone in orizzontale. Nella pagina delle funzionalità di iOS 16, Apple afferma che alcuni modelli di iPhone supporteranno la possibilità di sbloccare Face ID in orizzontale.Da quando Face ID è stato lanciato su iPhone con iPhone X nel 2017, ha sempre richiesto di tenere l’iPhone in posizione verticale in orientamento verticale.
Questo è estremamente fastidioso in determinate situazioni, come quando sei sdraiato a letto. L’implementazione per iPad di Face ID ha supportato lo sblocco orizzontale fin dall’inizio; l’iPhone è sempre stato uno strano valore anomalo qui.
Sfortunatamente, Apple suggerisce che l’aggiunta di Face ID orizzontale a iPhone in iOS 16 non sarà compatibile con tutti i modelli di iPhone in grado di eseguire iOS 16 (iOS 16 stesso supporta iPhone 8 e vers

iOS 16 porta per la prima volta un feedback tattile sulla tastiera dell’iPhone

iOS 16 include una piccola ma notevole nuova funzionalità per la tastiera virtuale su schermo. Per la prima volta, nelle Impostazioni troverai una nuova opzione che abilita il feedback tattile durante la digitazione. Questa è stata per anni una funzionalità popolare delle tastiere di terze parti su iOS e ora Apple la sta portando in modo nativo sul tuo iPhone.

iOS 16 porta il feedback tattile sulla tastiera

Ciò significa che questa funzione è che il tuo iPhone ora vibrerà leggermente mentre premi sulla tastiera. È un’estensione dell’opzione esistente che fa sì che il tuo iPhone emetta suoni di clic durante la digitazione. Apple lo spiega così:

  • Tastiera aptica : attiva la tastiera aptica per sentire la conferma durante la digitazione.

Sembra che questa funzione sia disabilitata per impostazione predefinita, ma puoi attivarla andando all’app Impostazioni, scegliendo Generali, quindi scegliendo “Tastiera”. Qui troverai una nuova opzione per abilitare il feedback tattile durante la digitazione.

iOS 16 è ora disponibile per gli sviluppatori e arriverà agli utenti della versione beta pubblica a luglio. Apple rilascerà l’aggiornamento al pubblico in autunno, probabilmente insieme al rilascio del nuovo iPhone 14.

Apple Store è in down davanti alla WWDC, il nuovo MacBook Air previsto insieme a iOS 16 e altro ancora

La vetrina online di Apple ha preceduto l’evento principale della Worldwide Developers Conference, che dovrebbe iniziare alle 10:00 ora del Pacifico.

Apple store giù airtags


Sono passati diversi anni da quando Apple ha rilasciato il nuovo hardware al WWDC, ma il fatto che il negozio sia inattivo suggerisce che oggi potremmo vedere alcuni nuovi dispositivi. Apple chiude regolarmente il negozio online nelle ore che precedono eventi speciali in cui sono previsti nuovi prodotti.

Le voci hanno suggerito che Apple potrebbe presentare il nuovo MacBook Air 2022 al WWDC, con il dispositivo che dovrebbe presentare uno chassis ridisegnato più simile a un MacBook senza conicità, diverse nuove opzioni di colore simili a iMac, cornici bianche, una tastiera bianca e forse , un chip M2 più veloce.

Gurman: iOS 16 includerà la funzione di visualizzazione sempre attiva prima di iPhone 14 Pro

Gurman scrive nella sua newsletter:
“Mi è stato detto che iOS 16 si integra nel futuro supporto per una schermata di blocco sempre attiva, qualcosa che Apple stava originariamente pianificando per l’iPhone 13 dello scorso anno. Ciò consentirebbe all’iPhone di abbassare significativamente il frame rate sulla schermata di blocco e riprodurre informazioni rapidamente visualizzabili, simili ai nuovi Apple Watch.
Il giornalista dice che gli è stato detto che “la modalità di visualizzazione always-on come esclusiva per i modelli di iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro MaxCon l’iPhone 13 Pro, Apple ha finalmente aggiunto un pannello a 120 Hz con una frequenza di aggiornamento, ma varia tra 60Hz e 120Hz, diverso dall’Apple Watch che può anche aggiornare la frequenza di aggiornamento una volta al minuto.
La funzione di visualizzazione always-on sarebbe anche una bella aggiunta alla linea iPhone 14 Pro, una volta che è prevista una riprogettazione con un nuovo foro-punch + ritaglio della pillola per sostituire la tacca.
Oltre alla funzione di visualizzazione sempre attiva, si prevede che l’iPhone 14 Pro abbia il chip A16 Bionic e una fotocamera posteriore da 48 megapixel.