iOS 14 includerà traduttore integrato in Safari, supporto completo di Apple Pencil su siti Web

Apple sta lavorando per includere un traduttore integrato in Safari, 9to5Mac ha imparato, così come il supporto completo di Apple Pencil sui siti Web. Queste nuove funzionalità descritte si basano su una build precedente di iOS 14 ottenuta da 9to5Mac.
Siri su iOS può già tradurre parole e frasi e Apple potrebbe ora espandere questa funzione di traduzione in tutto il sistema. 9to5Mac ha scoperto che Safari avrà un traduttore integrato, che consente agli utenti di tradurre pagine Web senza app o servizi di terze parti.
È probabile che la funzione di traduzione sia disponibile come opzione individuale per ciascun sito Web, ma gli utenti potranno utilizzare anche le traduzioni automatiche. Safari rileverà la lingua per tradurre correttamente il contenuto. C’è anche la possibilità di passare dal testo originale a quello tradotto senza ricaricare la pagina.
Ma Safari è solo l’inizio prima che Apple espanda questa funzionalità in tutto il sistema, poiché abbiamo scoperto che l’opzione di traduzione è in fase di test anche con altre app, come l’App Store. In questo caso, iOS tradurrebbe le descrizioni delle app e le recensioni degli utenti se queste fossero scritte in un’altra lingua.
Inoltre, tutte le traduzioni verrebbero elaborate localmente con il Neural Engine, quindi questa funzionalità dovrebbe funzionare anche senza una connessione Internet e non invierebbe dati ad Apple. Anche le traduzioni di Siri dovrebbero utilizzare il Neural Engine in futuro, il che è un grande passo avanti poiché sarebbe possibile chiedere a Siri di tradurre qualcosa se non sei in linea.
9to5Mac ha anche appreso che iPadOS 14 potrebbe includere il pieno supporto per l’input di Apple Pencil sui siti Web, rendendolo compatibile non solo per scorrere e toccare, ma anche per disegnare e contrassegnare con tutte le sue funzionalità in Safari e altri browser.
iOS 14 sarà presentato ufficialmente al WWDC 2020, a partire dal 22 giugno, così come le prossime versioni principali di macOS, watchOS e tvOS.

Lascia un commento