‘iPhone 12 Pro’ potrebbe aggiungere il sensore LiDAR per triplicare il bump della fotocamera posteriore

Si prevede che “iPhone 12” presenterà una serie di miglioramenti alla fotocamera, tra cui un sensore più grande e l’aggiunta di una qualche forma di tecnologia di mappatura della profondità. Se si deve credere a una perdita di immagine, è possibile che Apple abbia deciso che i prossimi modelli includeranno LiDAR come parte del modulo fotocamera aggiornato.
In un tweet di @choco_bit, viene pubblicata un’immagine che mostra uno schema della parte posteriore di un iPhone, ritagliato per mostrare l’urto della fotocamera e il pulsante di standby. Sul disegno, tre degli obiettivi della fotocamera sono normali, mentre un quarto è indicato per essere diverso, qualcosa che il tweet descrive come LiDAR nei modelli “iPhone 12 PRo “
LiDAR è stata una nuova importante funzionalità dell’iPad Pro aggiornato, con un sensore che fornisce il tempo di mappatura della profondità basata sul combattimento all’assemblaggio della fotocamera posteriore del tablet. Questa mossa consentirà all’iPad Pro di essere utilizzato meglio per le applicazioni di realtà aumentata e per la visione artificiale.
Un notevole cambiamento nell’immagine del dosso della videocamera è un layout alterato per gli elementi del modulo videocamera. Mentre l’attuale modulo della fotocamera dell’iPhone utilizza tre obiettivi, con due sul lato sinistro del quadrato e uno a metà strada sul lato destro, il grafico indica l’uso di quattro grandi obiettivi, che metteranno ciascuno lente all’interno del proprio quadrante dell’urto.
Si dice che l’account Twitter sia gestito da un ex partner del servizio di assistenza autorizzato Apple e in passato ha offerto perdite sui prodotti Apple, una storia che suggerisce che l’immagine potrebbe essere autentica. Non è chiaro da dove provenga l’immagine, con lo scenario più probabile è un’immagine da un documento di progettazione interno o un manuale di servizio, anche se è plausibile che le informazioni trapelate possano differire da ciò che Apple lancia effettivamente entro la fine dell’anno.

Lascia un commento