L’iPhone 12 con il suo chip A14 potrebbe essere potente come il MacBook Pro da 15 pollici

Apple ha imparato il design dei processori mobili. In pochi anni, Cupertino ha persino (ampiamente) superato le chips di Qualcomm in termini di pura prestazione.L’ A14 Bionic che equipaggerà il prossimo iPhone 12 verrà inciso in 5 nm (TSMC produce già campioni di prova) e dovrebbe beneficiare del supporto attivo di 6 GB di RAM. In realtà, cosa significa? Che l’iPhone 12 possa avere una potenza pura equivalente a quella di un MacBook Pro da 15 pollici!
L’A14 sarebbe una vera potenza. Un buon auspicio per l’iPhone 12 … e un auricolare AR?
Questa affermazione non è il frutto delle delusioni di un fanboy che avrebbe esagerato troppo sul Gin Tonic, viene da Jason Cross , giornalista di MacWorld.Jason Cross mette le sue argomentazioni sul tavolo, e in particolare la convinzione che il passaggio all’incisione a 5 nm avrà enormi conseguenze sulla potenza dei chip mobili in generale (e Ax in particolare).Con questa finezza dell’incisione, TSMC sarebbe effettivamente in grado di posizionare 15 miliardi di transistor su una superficie del chip equivalente a quella dell’A13! Nessun processore PC di fascia alta, o nemmeno chip grafico di fascia alta, raggiunge questo punteggio. Jason Cross ritiene, tuttavia, che Apple trarrà vantaggio dal passaggio a 5 nm per ridurre leggermente le dimensioni della CPU; in questo scenario, l’A14 potrebbe ancora avere 12,5 miliardi di transistor.
Il giornalista ritiene che l’A14 potrebbe essere il primo processore mobile a superare i 5.000 punti del test Geekbench 5 in multicore. Cordiali saluti, i migliori smartphone Android ruotano intorno a 3000 punti! 5000 punti è anche il punteggio Geekbench 5 dell’ultimo MacBook Pro da 15 pollici. La parte GPU trarrebbe pieno vantaggio dai 6 GB di RAM, al punto che le prestazioni sul display e la parte di rendering 3G aumenterebbero complessivamente del 50% (9.500 punti). Infine, l’amico Cross è convinto che la masterizzazione a 5 nm consentirà ad Apple di assumere il controllo della parte Neural Engine (IA), l’unica area in cui i migliori chip Qualcomm continuano a superare quelli di Apple.

Lascia un commento