Sony, che fornisce la fotocamera per l’iPhone, sta lottando per stare al passo con la domanda

Sony è un importante fornitore di sensori fotografici per smartphone, tra cui Apple come cliente. Si scopre che gli smartphone stanno adottando sempre più sensori sul retro, il che costringe Sony ad aumentare la sua produzione. Il gruppo ammette di avere problemi a tenere il passo.
Il gruppo giapponese gestisce le sue fabbriche 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana per cercare di rifornire tutti e il compito è tutt’altro che semplice. Questo è il secondo anno consecutivo che questo scenario si è presentato, quindi il vantaggio di essere attivo tutto il giorno senza fermarsi.
Nel tentativo di soddisfare la crescente domanda, Sony sta pianificando un nuovo impianto di produzione a Nagasaki. Si prevede che aprirà nell’aprile 2021. “A giudicare dal modo in cui vanno le cose, anche dopo tutti questi investimenti nell’espansione della capacità, potrebbe non essere ancora sufficiente” , ha detto Terushi Shimizu , il capo della divisione semiconduttori di Sony.
Per quanto riguarda Apple, l’iPhone 12 dovrebbe avere un sensore di tempo di volo (ToF) per 3D e Sony sta preparando un tale modulo. È possibile che l’iPhone 12 abbia il modello creato da Sony, ma questo non è ancora confermato.
“Era l’anno zero per il tempo di volo” , ha detto Terushi Shimizu. “Una volta che inizi a vedere usi interessanti di questa tecnologia, questo motiverà le persone ad acquistare nuovi telefoni”, ha aggiunto. Per informazione, l’industria dei semiconduttori è la più redditizia per Sony dopo quella della PlayStation.

Lascia un commento