Il futuro Apple Watch potrebbe avere una corona digitale simile a un joystick

L’Apple Watch Digital Crown potrebbe essere più flessibile in futuro, poiché Apple ha escogitato un modo per trasformare il pulsante dello smartwatch in un semplice joystick spostando lateralmente l’elemento corona rotazionale.


Apple Watch offre agli utenti diversi metodi di interazione, tra cui il controllo vocale, il touchscreen, il pulsante laterale e la corona digitale. Quest’ultimo è già un dispositivo multiuso, con il quale può essere cliccato, ruotato e utilizzato come punto di contatto per le letture ECG , ma Apple pensa che potrebbe essere ulteriormente migliorato.
In un brevetto concesso dall’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti martedì intitolato “Anello sensore di spazio capacitivo per un orologio elettronico”, Apple suggerisce che la corona digitale potrebbe essere trasformata in una forma di joystick o controller direzionale.
La corona digitale potrebbe essere creata da un cappuccio o un albero che può essere spostato in più direzioni. Questo viene quindi coperto da una selezione di elementi capacitivi su due superfici, in cui una ruota e si muove all’interno di un’altra, come un albero all’interno di una presa o un anello.
Rilevando i cambiamenti di capacità per ciascuno degli elementi capacitivi, in particolare dove gli elementi si toccano, si potrebbe determinare dove si trova la posizione fisica dell’elemento interno rispetto alla versione esterna. Pertanto ciò informa il dispositivo in quale direzione l’utente ha premuto la corona.
La misurazione si riferisce in gran parte ai valori rilevati dagli elementi capacitivi sulla struttura fissa sul posto, indipendentemente dall’orientamento dell’altra sezione in termini di rotazione. È plausibile che una qualche forma di misurazione possa essere utilizzata per rilevare quale elemento della parte centrale sta entrando in contatto con la sezione esterna, rilevando quindi come viene ruotata la corona al momento del contatto.
L’uso di più file degli elementi capacitivi potrebbe anche consentire il rilevamento di quanto la corona viene premuta nello smartwatch. A livello di base, ciò significherebbe se viene inserito o meno, ma l’aggiunta di più anelli di condensatori potrebbe fornire un rilevamento più granulare.
In modo simile ai joystick e ad altri schemi di controllo, viene impiegato un meccanismo di ritorno per riportare l’elemento centrale al centro dello spazio disponibile, in preparazione del successivo tentativo di input da parte dell’utente e per evitare input costanti quando non in uso .

Un’illustrazione di una corona digitale in movimento, che modifica i valori elettrici degli elementi sull’albero interno

Apple propone che, a differenza dell’interfaccia utente esistente di Apple Watch che non utilizza un cursore, potrebbero esserci elementi grafici che sono manipolati dal controllo laterale simile a un joystick della corona, con movimenti verticali e orizzontali che si traducono in regolazioni simili a quelle dello schermo interfaccia.
Il brevetto elenca i suoi inventori come il designer di prodotti Apple Tyler S. Bushnell, l’ingegnere di progettazione e integrazione hardware dei sensori Collin R. Petty e l’ingegnere di progettazione di prodotti Adam T. Clavelle. Il trio aveva precedentemente lavorato insieme su un brevetto simile , sebbene con il nome leggermente diverso di “Anello sensore di spazio capacitivo per un dispositivo di input”, ancora una volta destinato alla corona digitale dell’Apple Watch.
Clavelle ha anche domande di brevetto relative a sistemi di ricarica wireless in dispositivi portatili, lavorazione di componenti in ceramica e un “dispositivo elettronico indossabile con elettrodi per il rilevamento di parametri biologici”, tutti strettamente correlati all’Apple Watch. I documenti di brevetto relativi a Watch di Bushnell includono “Rilevamento della forza di contatto correlata all’utente che indossa un dispositivo elettronico” e un “orologio elettronico con sensore oscurato per rilevare una forza applicata”.
Apple presenta numerose domande di brevetto su base settimanale, ma mentre l’esistenza di un brevetto indica aree di interesse per gli sforzi di ricerca e sviluppo dell’azienda, non garantiscono l’esistenza della funzionalità in un prodotto o servizio futuro.

Lascia un commento