la modalità Apple Pay Express è ora disponibile per la metropolitana di Londra, ecco come configurarla

Se sei a Londra, ora puoi viaggiare utilizzando Apple Pay sulla rete sotterranea senza dover utilizzare l’autenticazione Touch ID o Face ID.
Ciò significa che non è necessario tenere la coda al tornello quando si viaggia in metropolitana. Puoi semplicemente toccare e andare con iPhone o Apple Watch.

Express Transit è una funzionalità da iOS 12.3, ma richiede partnership con le reti di transito affinché la funzionalità funzioni. Apple ha annunciato oggi il nuovo supporto per la metropolitana di Londra con una nuova pagina Web e l’invio di notifiche agli utenti di iPhone e Apple Watch nel Regno Unito.
Apple afferma che la modalità Express è disponibile su tutti i servizi di trasporto per Londra, inclusi metropolitana, autobus e tram. I clienti devono solo cercare il lettore di schede giallo senza contatto.
Come impostare la modalità Express per Apple Pay
Per configurare Express Travel, è necessario un iPhone 6s o successivo.
Apri Impostazioni.
Scorri verso il basso e seleziona Portafoglio e Apple Pay.
Seleziona Express Travel Card.
Ora viene visualizzato un elenco di carte, con l’opzione Nessuna impostata per impostazione predefinita. Seleziona una carta preferita.
Il viaggio in modalità Express scambia sicurezza per comodità. Con il set di carte Express Travel, chiunque abbia il possesso del dispositivo sarà in grado di pagare le corse in transito utilizzando quella carta. L’autenticazione Face ID / Touch ID sarà comunque richiesta per tutti gli altri acquisti di Apple Pay.
Puoi anche abilitare la modalità Express per Apple Watch. In questo caso, rimuove la necessità di fare doppio clic sul pulsante laterale per riattivare la modalità Apple Pay. Ti basta tenere l’orologio vicino al terminal della metropolitana e il gioco è fatto.
Apple Pay Express Transit è attualmente disponibile per la rete TfL di Londra, MTA a New York City, Hop Fastpass a Portland, Transito Suica in Giappone e selezionare carte di transito Pechino e Shanghai.

Lascia un commento