I report preliminari suggeriscono che iOS 13.3 risolve problemi di multitasking

Oggi Apple ha rilasciato la prima beta di iOS 13.3 agli sviluppatori e, sulla base dei primi rapporti di coloro che hanno scaricato il nuovo aggiornamento, corregge il frustrante bug multitasking che sta influenzando molti utenti iOS 13.2. 

La scorsa settimana, abbiamo condiviso i dettagli di una serie di reclami degli utenti di iPhone e iPadche eseguono iOS 13.2 che vedevano una scarsa gestione della RAM sui loro dispositivi. 




Il problema ha fatto sì che app come YouTube e Safari si ricarichino più frequentemente del normale, con il software “aggressivo” che arresta le applicazioni e le attività in background. Dal membro del forum di MacRumors Rogifan , che descrive il problema:Stavo guardando un video su YouTube sul mio iPhone 11 Pro . Metto in pausa il video per rispondere a un messaggio di testo. Sono stato in iMessage per meno di un minuto. Quando sono tornato su YouTube ha ricaricato l’app e ho perso il video che stavo guardando. L’ho notato molto anche sul mio iPad Pro . Le schede di app e Safari si ricaricano molto più frequentemente rispetto a iOS 12. Molto fastidioso.
Nella versione beta di iOS 13.3, questo problema potrebbe essere risolto. Più lettori MacRumors nelle nostre correzioni di bug beta e thread delle modifiche segnalano miglioramenti nel comportamento multitasking. Abbiamo anche visto rapporti simili dagli utenti di Twitter che stanno già vedendo meno aggiornamenti. Dal lettore MacRumors The Carny :È stato installato solo per pochi minuti, quindi c’è un sacco di tempo perché gli orrori si rivelino, ma finora non ho avuto alcun aggiornamento della scheda Safari. Con la quantità di cambio di app che ho appena fatto, semplicemente non sarebbe stato il caso su 13.2.
Ulteriori test dovranno essere condotti per assicurarsi che il problema sia completamente risolto, ma sulla base di più rapporti simili, sembra promettente. 



La beta di iOS 13.3 è limitata agli sviluppatori in questo momento, ma una beta pubblica dovrebbe arrivare nel prossimo futuro in modo che i non sviluppatori possano installare il nuovo software. 

Lascia un commento