Kuo: Apple adotterà sensori 3D time-of-flight posteriori negli iPhone 2020

L’analista di Apple Ming-Chi Kuo è uscito oggi con un nuovo rapporto incentrato sugli iPhone 2020. Il rapporto ribadisce che è probabile che Apple incorpori i sensori del tempo di volo nei futuri iPhone, a partire dal 2020.




Secondo Kuo, due dei nuovi iPhone introdotti nel 2020 saranno dotati di sensori del tempo di volo. Questi sensori potrebbero migliorare la qualità delle foto dalla fotocamera dell’iPhone, oltre a offrire nuove funzionalità di realtà aumentata. Digitimes lo ha riferito all’inizio di luglio e abbiamo spiegato:
Un VCSEL time-of-flight è simile al sistema di telecamere TrueDepth a infrarossi che si trova oggi negli iPhone sulla parte anteriore del dispositivo, che abilita Face ID. L’aggiunta di un tale sistema di rilevamento 3D alla fotocamera posteriore consentirebbe l’acquisizione di foto 3D ad alta fedeltà, aprendo potenzialmente nuove opportunità di realtà aumentata.
Kuo afferma inoltre che Apple rimarrà con Face ID nel 2020, prevedendo che Apple introdurrà tre nuovi iPhone nel 2020 con il supporto per Face ID.
Durante il fine settimana, Kuo ha pubblicato un nuovo rapporto in cui afferma che tutti e tre i nuovi modelli di iPhone nel 2020 supporteranno la connettività 5G. Ha aggiunto che i modelli di iPhone 5G supporteranno sia le bande mmWave sia le bande inferiori a 6GHz, consentendo loro di interagire bene con le torri cellulari 5G installate negli Stati Uniti.
Si prevede che Apple introdurrà una gamma di iPhone completamente nuova nel 2020, disponibile con schermi da 6,7 ​​pollici, 5,4 pollici e 6,1 pollici.

Lascia un commento