L’iPhone del 2019 sta arrivando, ma come si chiamerà?

Con la presentazione degli iPhone 2019 di Apple a poche settimane di distanza, stiamo dando un’occhiata abbastanza chiara a cosa aspettarsi, con ulteriori dettagli che trapelano ogni settimana anche nonostante i migliori sforzi di Apple per tenere tutto sotto controllo .
Mentre tutti i segnali indicano che il 2020 è un anno ancora più entusiasmante per l’iPhone, ci aspettiamo ancora alcuni miglioramenti piuttosto carini dai modelli di quest’anno, nonostante tutti i rapporti indichino che mantengano sostanzialmente lo stesso design dell’iPhone XS dell’anno scorso, XS Max e XR.
Le nuove informazioni raccolte da 9to5Machanno confermato diversi rapporti precedenti che abbiamo ascoltato, oltre a inchiodare i nomi interni dei nuovi modelli. I nuovi iPhone includeranno ovviamente il nuovo chip A13 di Apple , noto internamente dal nome in codice della piattaforma Cebu .Il rapporto rileva inoltre che la porta Lightning rimarrà quest’anno e conferma che 3D Touch sta andando via a favore di un nuovo tipo di Taptic Engine. Si sa poco di questa nuova funzionalità, anche se molto probabilmente è destinata a migliorare l’esperienza di utilizzo di Haptic Touch, che dovrebbe offrire molte delle funzionalità precedentemente esclusive di 3D Touch in iOS 13.


Il rapporto aggiunge anche che i tre nuovi modelli hanno nomi in codice di D42(iPhone 12,3), D43 (iPhone 12,5) e N104(iPhone 12,1), che saranno i sostituti di iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR, rispettivamente. Tuttavia, questi sono semplicemente identificatori utilizzati internamente; ciò che non sappiamo ancora – e probabilmente non lo sapremo fino a quando Apple non salirà sul palco alla sua prevista rivelazione di settembre – è ciò che Apple chiamerà in realtà i modelli di quest’anno.
Cosa c’è in un nome?
Per anni, Apple è andata avanti in modo abbastanza prevedibile con semplici incrementi numerici ogni due anni, compensati in anni dispari con un modello a “S”. Ironia della sorte, tuttavia, l’intera convenzione di denominazione non è iniziata come un tentativo di numerare i modelli di iPhone in sequenza, ma in realtà è iniziata a causa del desiderio di Apple di evidenziare le capacità di rete “3G” del suo modello di iPhone di seconda generazione , rilasciato nel 2008 Non c’è mai stato un “iPhone 2.”


Mela
L’anno seguente, Apple scelse di aggiungere alcuni piccoli aggiornamenti all’iPhone 3G, aggiungendo un suffisso “S” alla fine, che, secondo i commenti di Phil Schiller nel keynote, stava per “Speed”. Tuttavia, quando Apple ridisegnò l’iPhone nel 2010, non aveva altro posto dove andare, ma è andato con l’ iPhone 4 .Questo è stato seguito l’anno successivo dall’iPhone 4S ed è nata la nota convenzione di numerazione.


Mela
Tuttavia, nel 2017 Apple ha sorpreso quasi tutti quando ha annunciato iPhone X , iPhone 8 e iPhone 8 Plus . In tal modo, ha saltato un modello “S” per la prima volta, oltre a bypassare completamente “iPhone 9.”


La situazione allora era in realtà molto simile a quella in cui ci troviamo di nuovo quest’anno; tutti sapevano che stavano arrivando tre nuovi modelli di iPhone, e anche quali sarebbero state le loro dimensioni e caratteristiche, ma ci si aspettava che i nomi fossero iPhone 7s , iPhone 7s Plus e iPhone 8 . Forse per ironia della sorte, i modelli di iPhone 8 che abbiamo effettivamente ottenuto erano in realtà modelli a “S” nel design, ma Apple voleva chiaramente distinguerli come in piedi accanto all’iPhone X, piuttosto che essere solo una sorta di premio di consolazione.


Mela
Lo scorso anno il passaggio a iPhone XS e iPhone XS Max è tornato alla precedente convenzione di denominazione in stile “S”, mentre ha anche lanciato iPhone XR (Apple non ha mai commentato ciò che la “R” rappresenta). Mentre la “X” è chiaramente intesa come il numero romano per 10 (come negli anni di Mac OS X), così tante persone lo pronunciano “ex” anziché “10” che in qualche modo ha perso il suo significato numerico nel pubblico coscienza.
Quindi davvero, Apple potrebbe andare in qualsiasi direzione in questo momento, e mentre “iPhone XI” e “iPhone 11” sembrano i candidati più logici – quest’ultimo è un ritorno molto più chiaro a un numero che evita l’imbarazzo delle persone che si chiedono come pronunciare “XI” – la realtà è che Apple potrebbe anche sorprenderci di nuovo e fare qualcosa di completamente diverso.
In effetti, con tutte le voci di cui stiamo già sentendo parlare degli iPhone del prossimo anno che stanno subendo una grande riprogettazione , sembra molto improbabile che si tratterà di modelli “S”, e i numeri romani inizieranno a diventare piuttosto imbarazzanti – proseguendo lungo quella strada , entro il 2021 avremmo guardato un iPhone XIIS o iPhone XIII – ma allo stesso tempo, sembra che anche i numeri ordinali debbano fermarsi a un certo punto quando iniziano ad arrivare troppo lontano nelle doppie cifre. Né “iPhone 18” né “iPhone XVIII” sembrano particolarmente allettanti: uno suona come una banda mentre l’altro suona come se dovesse contenere un Colosseo.
Mentre le vendite di smartphone stanno rallentando – e la crescita dell’iPhone sta seguendo l’esempio – Apple sembra ancora intenzionata a scuotere le cose, e mentre i modelli di quest’anno saranno in gran parte iterativi, 2020 sarà un gioco di baseball completamente nuovo per l’iPhone , quindi non saremmo sorpresi nel vedere Apple che inizia a scuotere la sua nomenclatura durante questo periodo di transizione mentre ripensa il suo approccio al modo in cui identifica e commercializza la sua gamma di iPhone.

Lascia un commento