La cinese BOE vuole rompere il controllo di Samsung sugli schermi OLED di iPhone

Secondo quanto riferito, un produttore cinese di display, BOE, intensificherà la produzione di schermi OLED touch-integrati nel tentativo di ottenere ordini relativi a iPhone da Apple.


Il produttore sta intensificando gli sforzi che sono iniziati nel 2018, ha annunciato The Korea Herald . “Sulla base del progetto L6 [2018], BOE è riuscita a concludere un accordo con Huawei per fornire pannelli OLED per telefoni di punta”, ha commentato una fonte.
Al momento i soli fornitori OLED di Apple sono Samsung e LG , principalmente il primo. Samsung ha guidato a lungo il mercato OLED ed è stato inizialmente l’unico fornitore in grado di soddisfare le esigenze di Apple.
Non c’è ancora alcun segno che BOE abbia ricevuto la certificazione da Apple, o addirittura abbia inviato campioni.
Allo stesso tempo, sarebbe opportuno che Apple adottasse un terzo fornitore se BOE fosse in grado di soddisfare gli standard di qualità. I prezzi elevati di iPhone XS e XS Max possono essere attribuiti direttamente alla tecnologia OLED, che è molto più costosa del display LCD in gran parte a causa della rarità dei produttori. OLED consente il contrasto più forte con un minore consumo energetico.
Come BOE, Samsung sta lavorando per incorporare il tocco all’interno degli schermi OLED e sperando di usarlo negli iPhone, ha affermato l’ Herald . Ciò potrebbe potenzialmente renderli ancora più sottili e leggeri.
Ciò che potrebbe mettere un freno alle ambizioni di BOE sono le scarse vendite di iPhone, un problema dal trimestre di dicembre . Martedì la ricerca separata di Longbow e JP Morgan ha indicato che la supply chain di Apple riflette la domanda debole – Longbow ha aggiunto che le persone sono persino alla ricerca di iPhone meno spesso sul Web, infatti il ​​47% in meno sul Baidu cinese.

Lascia un commento