Secondo quanto riferito, Apple debutterà il primo SDK per app cross-platform per iPad / Mac su WWDC, la nuova anteprima di Mac Pro

Apple sta pianificando una roadmap pluriennale

per il suo progetto di app multipiattaforma. Presentato per la prima volta al WWDC dello scorso anno con il lancio dell’app di News, Stocks, Home and Voice Memos, Marzipan rende quasi automatico agli sviluppatori il compito di trasferire le app per iPad su macOS.

Un SDK di terze parti per Marzipan verrà lanciato al WWDC di quest’anno per le app universali per iPad e Mac. Secondo Bloomberg , Apple prevede di aggiungere la conversione Marzapane di iPhone alle app Mac nel 2020. La pubblicazione dice anche che Apple ha “visto in anteprima” una nuova versione di Mac Pro alla conferenza.

Nell’ambito della presentazione del keynote del WWDC del 2018, Craig Federighi ha dato il via alla visione di “UIKit on the Mac”, che ha il nome in codice di Marzapane. Ha detto che sarebbe disponibile per gli sviluppatori nel 2019, quindi quel particolare nugget è stato conosciuto per un po ‘.

È piuttosto sorprendente che le app di dimensioni iPhone non siano Mac portatili con la prima iterazione dell’SDK universale dell’app. Tuttavia, le app di marzapane che vediamo in natura oggi hanno dovuto affrontare molte critiche per essere così goffo e alieno.Non usano navigazione o controlli di tipo Mac, offrono pulsanti scomodi come sostituti per i gesti multi-touch in cui sono state progettate le app per iPad e sono tutte esperienze di app con finestre singole.

Non è chiaro se il quadro sia maturato nei mesi intermedi per affrontare alcune di queste preoccupazioni. Alcune funzionalità come più finestre possono essere attivate dalle nuove funzionalità utilizzate per iOS 13, ad esempio il multitasking iPad a schede.

Entro il 2021, Apple vuole che gli sviluppatori siano in grado di inviare un singolo binario all’App Store che ospiterà la logica aziendale e il codice di interfaccia necessari per l’implementazione su iPad, iPhone e Mac.

Fino ad allora, gli sviluppatori continueranno a inviare caricamenti binari separati per macOS e iOS, anche se gran parte della base di codice può essere condivisa grazie a Marzipan. La necessità di inviare più file binari non significa necessariamente che i clienti dovranno pagare due volte per lo stesso software. Apple potrebbe aggiornare il sistema App Store Connect per consentire agli sviluppatori di raggruppare le diverse versioni della loro app in un unico acquisto.

Per quanto riguarda Mac Pro, Bloomberg afferma:

All’evento, Apple ha anche in programma di debuttare nuove funzionalità software per i suoi dispositivi, tra cui una modalità scura per una visione notturna più semplice e nuovi strumenti di produttività per l’iPad. La società ha inoltre valutato internamente una nuova versione del Mac Pro di fascia alta, in base alle persone che hanno familiarità con le delibere.

Apple ha già comunicato ai clienti che un nuovo Mac Pro e un display high-end verranno lanciati a partire da quest’anno, e una presentazione del WWDC è l’ovvia scelta del luogo in cui sarà presente il mercato di riferimento per la macchina. Un’anteprima di WWDC indica che il prodotto non verrà rilasciato prima del 2019.

Il Mac Pro 2013 è stato mostrato in un “Sneak Peek” al WWDC di quell’anno a giugno, con le prime spedizioni a partire dalla fine dello stesso dicembre.

Bloomberg ha ribadito la sua precedente segnalazioneche iOS 13 includerà un tema in modalità oscura e funzionalità specifiche per iPad volte a migliorare la produttività iOS. WWDC dovrebbe iniziare il 3 giugno, dove svelerà iOS 13, macOS 10.15, watchOS 6 e tvOS 13, ma la società non ha ancora ufficializzato l’evento.

Ci aspettiamo che si verifichi anche un evento mediatico di marzo, ancora da annunciare, in cui Apple annuncerà le sue novità in abbonamento e i servizi di contenuti TV originali.

Lascia un commento