Apple ha fatto causa per non consentire ai clienti di disabilitare l’autenticazione a due fattori dopo due settimane

Jay Brodsky, residente a New York, ha intentato una frivola azione legale contro Apple, sostenendo che la cosiddetta politica “coercitiva” della società di non permettere ai clienti di disabilitare l’autenticazione a due fattori oltre un periodo di grazia di due settimane è al contempo scomoda e viola una varietà di Leggi della California. 




La denuncia sostiene che Brodsky “e milioni di consumatori in tutta la nazione siano stati e continuino a subire danni” e “perdite economiche” a causa delle “interferenze con l’uso dei loro dispositivi personali e dello spreco del loro tempo personale nell’uso di Apple” tempo aggiuntivo per il semplice accesso. ” 

In un documento di supporto , Apple afferma che impedisce ai clienti di disattivare l’autenticazione a due fattori dopo due settimane perché “alcune funzionalità delle ultime versioni di iOS e macOS richiedono questo ulteriore livello di sicurezza”:Se si utilizza già l’autenticazione a due fattori, non è più possibile disattivarla. Alcune funzioni delle ultime versioni di iOS e macOS richiedono questo ulteriore livello di sicurezza, progettato per proteggere le tue informazioni. Se hai aggiornato di recente il tuo account, puoi annullare la registrazione per due settimane. Apri l’e-mail di conferma dell’iscrizione e fai clic sul link per tornare alle precedenti impostazioni di sicurezza. Tieni presente che questo rende il tuo account meno sicuro e significa che non puoi utilizzare funzionalità che richiedono maggiore sicurezza.
Il reclamo è pieno di accuse discutibili, tuttavia, tra cui Apple ha rilasciato un aggiornamento del software a settembre 2015 che ha consentito l’autenticazione a due fattori sull’ID Apple di Brodsky a sua insaputa o consenso. Apple infatti offre l’autenticazione a due fattori su base opt-in. 

Brodsky afferma inoltre che è necessaria l’autenticazione a due fattori ogni volta che si accende un dispositivo Apple, che è falso, e afferma che il livello di sicurezza aggiunge altri due o cinque minuti o più al processo di login quando in realtà ci vogliono solo pochi secondi per entrare un codice di verifica da un dispositivo fidato. 

Il reclamo prosegue affermando che l’e-mail di conferma di Apple per la registrazione dell’autenticazione a due fattori contenente una “single last line” che avvisa i clienti che hanno un periodo di due settimane per disabilitare il livello di sicurezza è “insufficiente”. 




Brodsky accusa Apple di aver violato l’United States Computer Fraud and Abuse Act, l’Invasion of Privacy Act della California e altre leggi. Lui, per conto di altri siti simili, sta cercando danni monetari e una sentenza che impedisce a Apple di “non consentire a un utente di scegliere la propria procedura di registrazione e sicurezza”. Leggi il documento completo . 

Lascia un commento