Nuovo brevetto Apple di riconoscimento facciale imac

Abbiamo sentito molto sul sistema della fotocamera 3D in iPhone 8 in grado di riconoscere il viso per consentire l’accesso automatico senza Touch ID o codice di accesso. Una nuova domanda di brevetto pubblicata oggi suggerisce che anche Apple vuole portare questa capacità a Mac futuri.

Ma Apple ha più in mente che solo una semplice funzione di sblocco …

Il brevetto descrive come i Mac in modalità sleep potrebbero utilizzare la propria fotocamera per cercare facce. Questo sarebbe presumibilmente una funzionalità aggiunta a Power Nap , dove un Mac che dorme è ancora in grado di eseguire alcune attività di sfondo senza utilizzare molta potenza.

Se il tuo Mac spot un viso, utilizza il riconoscimento facciale per risvegliare il Mac se l’utente viene identificato.

Il ripristino dalla funzionalità / modalità di risparmio energetico può richiedere tempo, potrebbe persino richiedere all’utente di immettere credenziali e generalmente può essere un problema per l’utente […] Il metodo include la cattura di un’immagine utilizzando un sensore di immagine e calcola almeno uno dei A seguito dell’immagine acquisita: un parametro di rilevazione del tono della pelle, un parametro di rilevamento del viso e un parametro di rilevamento del movimento. Il metodo comprende anche l’utilizzo di almeno uno dei parametri di rilevamento del tono della pelle, del parametro di rilevamento del viso e del parametro di rilevamento del movimento per determinare se un utente è presente e, se viene determinato che un utente è presente, modifica uno stato di Il dispositivo di calcolo.

In sostanza, il Mac può rimanere in modalità di riposo mentre fa il bit facile – solo per capire se è in visione qualsiasi faccia – e quindi entrare in una modalità alimentata più alta per eseguire la parte del riconoscimento facciale prima di svegliare completamente la macchina.

Il brevetto descrive una serie di variazioni sul tema. Ad esempio, monitorando l’entità di un utente dalla macchina, potrebbe entrare in una modalità di riposo più leggera o più profonda in base a quanto è probabile che si desidera utilizzarlo presto.

Ad esempio, il sistema potrebbe accenderlo entro un mezzo secondo, piuttosto che da sei a otto secondi, a causa della ridotta serie di routine. In alcune forme di realizzazione, il dispositivo di calcolo può essere configurato per determinare quando un utente si allontana dal dispositivo o lascia la prossimità del dispositivo. In risposta, il dispositivo può entrare in una modalità di risparmio energetico, ad esempio una modalità di riposo del display, una modalità di riposo del sistema, l’attivazione di uno screen saver e così via. Inoltre, il sistema può uscire parzialmente dalla modalità di sonno per accelerare il tempo di sveglia del computer in base al rilevamento della presenza di un utente.

Come sempre con i brevetti di Apple, non sai mai quali utilizzeranno, ma questo mi suona come un vincitore.

Lascia un commento